Tronchetti: Mai saputo di hackeraggio a Rcs

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Tronchetti: Mai saputo di hackeraggio a Rcs

23 Luglio 2008

«Di hackeraggio, di cose, non c’era niente, c’era soltanto che loro avevano un’azione di difesa della rete, per cui monitoravano se c’erano dei buchi sostanzialmente nella rete che facevano uscire informazione da parte dei clienti». Per rete si intende Rcs.

Ne parla Marco Tronchetti Provera a proposito del tentativo di spionaggio ai computer del gruppo Rizzoli Corriere della Sera da parte del Tiger Team guidato da Fabio Ghioni.

Al presidente di Telecom fu inviato un documento riguardante quei «buchi nella rete» che lui stesso fece «sintetizzare, perché era lungo e tecnico» e fece mandare «al professor Marchetti». «Per me la storia era finita lì», conclude Tronchetti a verbale.