Home News Troppa mascherina non è innocua, insegniamo ai figli ad avere coraggio

L'opinione

Troppa mascherina non è innocua, insegniamo ai figli ad avere coraggio

0
5247

Con il termine microbiota umano si intende l’insieme di microorganismi simbiotici che convivono con l’organismo umano senza danneggiarlo, e facendogli pure parecchie cortesie, tra cui anche il solo fatto di esserci: con la loro presenza tengono alla larga colleghi più rognosi.

Un problema dei bimbi nati con cesareo è che non passano dalla vagina, non sono contaminati dal microbiota della mamma e devono fabbricarselo da soli.

Il microbiota più grosso è quello intestinale, seguono quello gastrico e quello orale. Il microbiota del cavo orale è molto complesso; se si squilibra abbiamo malattie del cavo orale, carie e paradontite, e sistemiche, cioè che riguardano tutto l’organismo, e si tratta di patologie potenzialmente serie, molto serie. Il microbiota orale è danneggiato da zucchero, fumo, antibiotici, alcool, e ovviamente modificato dall’uso continuativo della mascherina per autoinfezione, con aumento di faringiti e sinusiti.

Sulla confezione delle mascherine è simpaticamente scritto che la mascherina “non protegge da covid 19″. Giustamente. Sono costretti a scriverlo perché non risultano studi che possano affermare un’azione protettiva. Le mascherine avrebbero dovuto esserci a febbraio e marzo, ma solo a febbraio e marzo, perché hanno un’indubbia utilità a diminuire il quantitativo di goccioline che si spargono nel mondo per la tosse o uno starnuto, quindi un eventuale infetto infetta meno.

Gli “Annals of Internale Medicine” il primo aprile hanno pubblicato uno studio che ne afferma l’inefficacia (Effectivness of cotton masks in blocking Sars- CoV 2. A controlled comparison in 4 patients.). 9171 pazienti sono stati analizzati in uno studio del febbraio 2020: nessuna differenza statistica tra respiratori N95 e mascherine chirurgiche

“Effectivness of N95 respirators versus surgical masks against influenza. A systematic review and meta-analysis. Headaches associated with Personal Protective equipment – A cross-sectional study among frontline healthworkers during Covid 19” è il titolo del lavoro del maggio 2020 che ha coinvolto 159 operatori sanitari di età compresa fra 21 e 35 anni e ha rilevato che l’81% di chi indossa continuativamente, per ore una mascherina, sviluppa mal di testa. “Preliminary Report on Surgical Masks induced Deossigenation during major surgery” è l’articolo del 2008 che afferma che l’uso continuativo della mascherina diminuisce l’ossigenazione del sangue, che favorisce tumori e malattie cardiocircolatorie. Questa potrebbe essere la causa della diminuzione dei linfociti T, indispensabili nella difesa immunitaria, e l’aumento del fattore F1nei portatori di mascherina, dimostrata nello studio “Cutting EdgeHipoxia-inductive Factor 1 Negatively regulates the Function” del 2015.

Chi porta la mascherina continuativamente quindi è maggiormente predisposto a infezioni, quando ero chirurgo e portavo la mascherina soffrivo sesso di sinusiti e faringiti.

Chughtai & Coll., nello studio https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6547584/ notano come l’accumularsi di germi patogeni, sulla superficie esterna delle mascherine usate da operatori sanitari, possa aumentare in modo significativo il rischio di auto-contaminazione, soprattutto  quando l’uso della mascherina si prolunga per tempi che vanno oltre le 6 ore.

Innumerevoli persone continuano a usare le mascherine anche se sono da sole. Particolarmente grave, dato quanto scritto sopra, è il caso delle persone che guidano con la mascherina, perché l’ipossia può generare una diminuita lucidità e prontezza di riflessi.

Stiamo parlando di una malattia che, nei suoi momenti più gravi, ha causato una mortalità dello 0,06% rispetto alla popolazione e che ora ha una mortalità di cinque o sei pazienti al giorno, a fronte di 600 morti al giorno per malattie cardiovascolari e 400 circa per tumori maligni. Tutta una nazione è stata annientata.

Annientata la religione, annientata la capacità produttiva, annientato il turismo, annientata la scuola.

Nelle scuole vengono distribuite 11 milioni di mascherine tutte le mattine, mascherine che la documentazione medica indica come inutili, anzi dannose. Le dittature adorano i grandi numeri. Passare da 8 milioni di baionette a 11 milioni di mascherine è stato un attimo. Capisco che il signor Elkann debba produrre mascherine, ma non sarebbe meglio dargli soldi in cambio di nulla e non imporre agli alunni un’alterazione potenzialmente grave del microbiota, e senza gravare l’ambiente con 11 milioni di mascherine da smaltire tutti i giorni?

Ricevo questa email:

“Oggi, primo giorno di scuola per mio figlio Francesco (terza media ).

Come è stato il primo giorno dopo più di 6 mesi di assenza della aule scolastiche?

Risposta di mio figlio: abbiamo parlato delle regole che dovremo seguire.

Ok, va bene ( anche se non va bene), ma dalle h.08.15 alle h. 12.15, quattro ore per spiegare cosa? Quindi da domani inizierete il programma ?

No, tutta la settimana dovranno spiegare le regole.

Ormai siamo oltre la follia”.

Sottoscrivo e rilancio. Siamo ben oltre la follia, siamo alla distruzione della psiche dei bambini, ma anche alla compromissione della loro salute fisica. L’epidemia non c’è più, la stiamo risolvendo come abbiamo risolto tutte le altre infezioni della nostra travagliata storia, diventando immuni. Le persone immuni vengono definite positive e descritte come un problema, invece sono la soluzione.

Una settimana a parlare di regole covid vuol dire una settimana di indottrinamento, di sottomissione acritica a una dittatura sanitaria. È sconvolgente vedere come molti insegnanti si siano piegati a questo, abbiano rinnegato completamente la loro missione di formare elementi alla verità e alla libertà. D’altra parte nessuna dittatura decente può attuarsi senza la connivenza degli insegnanti. Mi permetto di ricordare che a Norimberga è stato stabilito che coloro che danno ordini ne sono responsabili, ma anche che gli esecutori di ordini indegni ne sono altrettanto responsabili, anche da un punto di vista penale civile. Potrebbe essere interessante discutere con avvocato. Dopo che i vostri figli avranno sviluppato faringiti e sinusiti per aver dovuto portare mascherina, è il caso di denunciare presidi e personale insegnante e chiedere un risarcimento? Lo stesso per i disturbi fobici.

L’altra cosa da fare è, a casa, spiegare con chiarezza ai propri figli che cos’è una dittatura e come si resiste a una dittatura. Spiegate anche che cos’è una malattia e come si combatte una malattia: rinforzando il sistema immunitario. Date ai vostri figli mezzo cucchiaino di olio di fegato di merluzzo tutte le mattine e insegnate loro a essere guerrieri e non succubi. Anche il coraggio rinforza il sistema immunitario, mentre la paura, attraverso la produzione di cortisolo, lo distrugge. Molto meglio il coraggio.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here