Tuffi. La Cagnotto e la Dallapé conquistano l’argento nel trampolino da 3 metri sincro

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Tuffi. La Cagnotto e la Dallapé conquistano l’argento nel trampolino da 3 metri sincro

24 Luglio 2009

Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno conquistato la medaglia d’argento ai campionati mondiali di nuoto nel trampolino da 3 metri sincro. L’oro è andato alle cinesi Guo e Wu. Con la vittoria di oggi e dopo i 3 bronzi conquistati nei giorni scorsi, le due azzurre hanno regalato all’Italia la quarta medaglia nella rassegna di Roma.

Dopo aver già conquistato la medaglia di bronzo nel trampolino 3 metri individuale, la Cagnotto esprime così la sua gioia ai microfoni della Rai: "Sono partita malissimo sul ritornato e poi è andata bene, fa più effetto la medaglia in due e poi è d’argento. Va bene così. I tifosi erano per tutte e due". Sprizza entusiasmo da tutti i pori anche Dallapè: "Non so ancora cosa ho fatto, mai nella vita mi sarei aspettata di vincere una medaglia d’argento. Il mio scoglio – ha ammesso l’azzurra del gruppo sportivo Esercito italiano ai microfoni della Rai – era il doppio e mezzo indietro, Tania mi ha detto stai tranquilla e mi ha rassicurata". Subito dopo l’argento sono arrivati i complimenti del presidente della federnuoto Barelli: "Siete state eccezionali siete l’orgoglio dell’Italia, bravissime".

Le azzurre hanno esordito ottenendo 52,80 punti, un bottino utile per tenere il passo di Russia e Stati Uniti nell’avvio gara tra le selezioni "normali". Le cinesi Guo Jingjing e Wu Minxia, infatti, hanno aperto il loro show con lo score di 57,60 e ipotecando l’oro sin dalle prime battute.

La coppia italiana ha bissato il 52,80 anche nella seconda rotazione (105,60) conquistando il solitario terzo posto provvisorio. Cagnotto e Dallapè hanno incamerato 71,10 punti superando in scioltezza in pieno l’esame rappresentato dal doppio e mezzo rovesciato, terzo tuffo del programma, e con 176,70 punti hanno conservato il bronzo virtuale alle spalle di Cina e Russia.

Il flop della coppia Pakhalina-Pozdniakova nel quarto round (57,42) ha offerto alle azzurre una chance colossale per guadagnare un’ulteriore posizione: le italiane (74,70) non hanno sbagliato e sono volate a 251,40 accarezzando l’argento. Il secondo posto è diventato realtà con il 78,30 guadagnato all’ultima prova. I 329,70 punti hanno regalato all’Italia la piazza d’onore alle spalle della Cina, che ha vinto l’oro con 348 punti. Bronzo alla Russia (310,80).