Home News Tv. Nel pomeriggio cerimonia religiosa privata per dire addio a Pietro Taricone

Tv. Nel pomeriggio cerimonia religiosa privata per dire addio a Pietro Taricone

0
15

Una cerimonia religiosa strettamente privata sarà fatta svolgere oggi pomeriggio nella cappella dell'ospedale di Terni dalla famiglia di Pietro Taricone. Il feretro dell'attore sarà poi subito trasferito a Trasacco, paese dei genitori dell'attore, dove sarà tumulata la salma. A Trasacco Pietro aveva la cittadinanza onoraria.

A officiare quello che è stato definito dai familiari dell'ex concorrente del Grande fratello "un momento di preghiera" sarà il cappellano dell'ospedale. I congiunti di Taricone hanno già chiesto ai giornalisti di tenersi a distanza perché il momento sia strettamente privato. Il feretro dovrebbe essere trasferito in chiesa intorno alle 16 dopo gli ultimi adempimenti medico-legali.

Sono migliaia i messaggi di addio a Pietro Taricone lasciati in bacheca sulla pagina di Facebook dedicata all'ex concorrente del Grande Fratello. I suoi fan crescono di minuto in minuto (oltre 37 mila al momento), così come i commenti, le parole di affetto rivolte al lui e alla sua famiglia e le foto che lo ricordano. Ecco alcuni messaggi: "Eri il più vero di tutti, adesso fa il guerriero su in cielo con Nostro Signore"; "Lotta contro il male con il tuo splendido sorriso, addio Pietro!"; "Addio.. proprio dal cielo della mia città ti sei alzato in volo.. da qui ci hai salutato".

Un altro post lasciato in bacheca recita così: "Avevo 16 anni quando ti ho conosciuto, vedere un tuo compaesano simpatico, sciupafemmine, leader al GF era il massimo. E quando sei uscito mi sei stato ancora più simpatico. Come quando hai rifiutato di fare il 'trenino' da Costanzo e ti sei messo a studiare per coronare il tuo sogno (riuscito) di diventare attore". Sul grande schermo l'ultima prova di Taricone è stata 'Feisbum! Il film', pellicola in otto episodi ispirata a Facebook. E proprio ieri dal social network era partito spontaneo un gruppo che lo incitava a "non mollare" e a combattere per la vita mentre era in sala operatoria.

Intanto, all'aviosuperficie di Terni dove Pietro Taricone ieri ha subito l'incidente mortare è stata sospesa ogni attività paracadutistica. Chi è presente nell'area continua a parlare di quanto successo all'attore che aveva alle spalle oltre 300 lanci. La caduta - ritiene chi vi ha assistito - è avvenuta in seguito a un errore nell'ultima delle tre virate previste prima dell'atterraggio.

Tra le ipotesi quella che Taricone possa non avere avvertito il bip emesso dall'altimetro all'interno del casco a 100 metri da terra, l'altezza prevista per l'inizio della manovra per rallentare la velocità, e non controllato lo strumento al polso.

Sarà comunque l'inchiesta condotta dalla polizia a chiarire quanto successo.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here