Ucraina-Russia. Kiev respinge credenziali del nuovo ambasciatore russo

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Ucraina-Russia. Kiev respinge credenziali del nuovo ambasciatore russo

23 Gennaio 2010

"Vorrei sapere a chi è indirizzata questa lettera di credenziali, se al presidente Leonid Kravchuk, a Leonid Kuchma o a Viktor Yushchenko". Nominando i suoi due predecessori, lo ha detto lo stesso Yushchenko all’emittente Tv Inter, sottolineando lo sgarbo di Mosca che non ha precisato il nome del destinatario sulla lettera di credenziali presentata da Mikhail Zurabov, il nuovo ambasciatore russo inviato da Dimitry Medvedev a Kiev.

Il ministro degli Esteri ucraino Vladimir Ogrizko, dal canto suo, ha chiarito che Kiev non è obbligata ad accettare credenziali non corrette, cosa che ha fatto. "Esistono regole diplomatiche e se qualcuno, in questo modo, desidera esprimere inimicizia -ha detto il ministro- posso assicurare che da parte ucraina non sarà tollerato", ha sottolineato Ogrizko, aggiungendo che l’ambasciatore potrà arrivare in Ucraina come cittadino russo e non come diplomatico.

Quattro giorni fa, a distanza di 48 ore dal primo turno delle presidenziali che hanno visto la sconfitta dell’uscente Yushchenko, Medvedev aveva annunciato l’invio a Kiev del potente ex funzionario del Cremlino in qualità di ambasciatore. Un invio che era rimasto sospeso dal mese di agosto, quando Medvedev aveva denunciato le posizioni anti-russe dell’Ucraina.