Uir. Contrasto alle morti sul lavoro con microchip nelle tute

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Uir. Contrasto alle morti sul lavoro con microchip nelle tute

15 Giugno 2009

"Stiamo studiando la possibilità di utilizzare delle forme di microchip da inserire all’interno delle tute di lavoro per monitorarne il tipo di comportamento dei lavoratori e prevenire gli incidenti". Lo ha detto il presidente della Uir (Unione degli industriali romani) Aurelio Regina, anticipando uno dei contenuti dell’accordo quadro sulla sicurezza sui luoghi di lavoro che firmerà mercoledì prossimo con il direttore regionale dell’Inail Antonio Napolitano.

Regina, interpellato a margine del Sustainability International Forum, ha parlato di un "protocollo volto alla collaborazione, alla diffusione di conoscenze e all’utilizzo di risorse per sensibilizzare le imprese" sul tema della sicurezza sul lavoro, che prevede tra le "tecnologie da utilizzare" anche quella dei microchip. Il problema degli incidenti sul lavoro, secondo Regina, "non è solo figlio del non rispetto delle regole da parte delle imprese, ma anche, a volte, delle cattive abitudini dei lavoratori o della cattiva informazione. Per questo poter seguire il lavoratore nelle sue attività quotidiane e monitorarne il tipo di comportamento è importante per prevenire futuri incidenti".