Home News Usa-Russia. Per ministero interno spie sono solo cittadini russi innocenti

Usa-Russia. Per ministero interno spie sono solo cittadini russi innocenti

0
3

Il ministero degli esteri russo ha detto che le presunte spie arrestate negli Stati Uniti sono cittadini russi e non hanno agito contro gli interessi americani. In un comunicato, il ministero chiede inoltre che gli arrestati possano incontrare avvocati e diplomatici negli Usa.

"Vi sono sicuramente almeno 40 coppie di talpe russe negli Stati Uniti" aveva affermato l'ex-vicecapo del Kgb Oleg Gordievsky ai media Usa. Il ministero della Giustizia Usa ha rivelato ieri l'esistenza delle dieci spie, che vivevano da anni in America, e che l'Fbi sorvegliava da tempo. Quattro di queste sono coppie. Secondo Gordievsky, che nel 1985 è passato agli occidentali e vive adesso a Londra, conoscendo le tecniche dello spionaggio di Mosca le coppie scoperte dall'FBI sono solo una piccola percentuale del numero totale. "Conoscendo le tecniche del KGB, che può avere cambiato nome ma non i suoi metodi, vi sono almeno 500 agenti segreti negli Stati Uniti ed una quarantina sono sicuramente coppie", ha detto l'ex-agente segreto.

Un "segnale", una "provocazione", uno "schiaffo" in faccia al presidente Barack Obama da parte dei "falchi" della politica Usa per frenare il reset dei rapporti russo-americani, a partire dalla ratifica dello Start-2 sul disarmo nucleare: esperti e politici russi concordano nella lettura degli arresti ieri di una decine di spie russe negli Stati Uniti. Sulla stessa lunghezza d'onda sembra anche la leadership del Paese: il ministero degli esteri ha già definito "infondati" e "biasimevoli" gli arresti, rievocando "lo spirito della guerra fredda" e chiedendo spiegazioni a Washington. Il capo della diplomazia russa Serghiei Lavrov ha anche ironizzato sui tempi degli arresti, scattati dopo anni di indagine all'indomani del 'burger summit' tra Obama e il presidente russo Dmitri Medvedev: "il momento dello scandalo spionistico è stato scelto con eleganza particolare". Un hamburger che rischia di diventare indigesto ad entrambi i presidenti, anche se la maggioranza degli analisti ritiene che il blitz non potrà arrestare il disgelo bilaterale.

Questi alcuni degli incidenti più famosi di persone colte a spiare per Mosca negli Usa negli ultimi anni: - Nel febbraio 1994 viene arrestato Aldrich Ames, un ufficiale del controspionaggio Usa. È stato condannato al carcere a vita. - Nel novembre 1996 viene arrestato l'agente veterano della Cia Harold Nicholson per spionaggio per la Russia. È condannato a 23 anni di carcere. - Nel dicembre 1996 l'Fbi arresta uno dei suoi agenti, Earl Pitts, per avere venduto segreti nazionali a Mosca per poco più di 200 mila dollari. È condannato a 27 anni di carcere. - Nell'ottobre 1998 l'analista della intelligence della Navy Usa David Boone, in pensione, viene arrestato in un hotel di Washington per avere venduto segreti a Mosca in una operazione dell'Fbi. - Nel novembre 1999 un altro specialista in codici segreti della Navy, Daniel King, è arrestato per avere venduto informazioni a Mosca. - Nel giugno 2000 viene arrestato il colonnello dell'esercito Usa George Trofimoff, in pensione, per avere venduto segreto militari ai russi durante la Guerra Fredda. È condannato al carcere a vita. - Nel febbraio 2001 viene arrestato l'agente FBI Robert Hanssen per avere venduto segreti a Mosca per un periodo di 15 anni. Viene condannato al carcere a vita.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here