Varese. Due arresti in una operazione antidroga

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Varese. Due arresti in una operazione antidroga

14 Settembre 2009

Uno spacciatore e un tossicodipendente fermati, un altro consumatore di droga denunciato a piede libero. Questo il risultato di un’operazione condotta dalla Polizia nei boschi tra Gorla Maggiore Gorla Minore, nel Varesotto, zona frequentata da spacciatori di eroina e di cocaina.

L’operazione è avvenuta sabato 12 settembre: gli agenti si sono appostati lungo la strada sterrata che dalla stazione di Gallarate conduce ai boschi e sono riusciti a bloccare M. S., immigrato marocchino irregolare 23enne, con precedenti. L’uomo viaggiava su uno scooter risultato rubato a Meda (Milano) il 9 settembre.

Un altro spacciatore è riuscito a fuggire dileguandosi a piedi nei boschi, mentre sono stati identificati alcuni dei tossicodipendenti che attendevano di acquistare la droga. Due di essi hanno tentato di fuggire in sella a due scooter, che sono risultati rubati, uno il 10 settembre a Cesano Maderno (Milano) e l’altro il 12 settembre a Giussano (Milano). Uno dei due acquirenti, D. F., un 36enne pregiudicato italiano senza fissa dimora, è stato fermato per ricettazione; stessa imputazione per Safa, che è stato fermato anche per spaccio di sostanze stupefacenti.

Entrambi sono in carcere a Busto Arsizio, a disposizione del pm. Il secondo fuggitivo, M.L., un 28enne milanese incensurato, è stato denunciato a piede libero per ricettazione. Ora gli scooter verranno restituiti ai legittimi proprietari.