Vaticano, Berlusconi incontra il Card. Bertone

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Vaticano, Berlusconi incontra il Card. Bertone

20 Novembre 2007

Si è svolto ieri sera un incontro fra il Segretario di Stato Vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone, e il leader dell’opposizione, Silvio Berlusconi.

Non sono stati diffusi particolari in merito al contenuto dei colloqui, tuttavia l’incontro cade nel momento in cui il leader di Forza Italia ha lanciato la formazione di un nuovo partito e ha dato la propria disponibilita’ a discutere della riforma elettorale con l’attuale maggioranza di governo accogliendo l’invito del Segretario del Partito democratico Walter Veltroni. Nelle settimane precedenti era stata poi avviata la nascita dello stesso Partito democratico.

In ambienti vaticani fanno sapere che il faccia a faccia di ieri sera non riveste un particolare valore, anche perche’ il Segretario di Stato spesso incontra ufficialmente il capo del governo e i rappresentanti della maggioranza, dunque niente di strano che vi siano rapporti anche con l’opposizione e i suoi maggiori leader. Ancora e’ da notare che dicembre in Vaticano sara’ un mese particolarmente denso di avvenimenti e dunque il colloquio di ieri si colloca in un momento di maggiore tranquillita’ e disponibilita’ all’ascolto.

In effetti lo stesso Bertone aveva avuto un colloquio con il Presidente del Consiglio Romano Prodi a Napoli lo scorso ottobre in occasione della visita pastorale del Pontefice nel capoluogo campano.
E diversi altri erano stati i momenti di contatto fra i vertici della Santa Sede e il premier

Tuttavia, il sommovimento in atto nel quadro politico nazionale non puo’ passare inosservato Oltretevere. Certo, un’intesa sulle grandi riforme istituzionali e’ da sempre auspicato dalla Chiesa; anche se questo tema pure improntate non puo’ bastare, nella visione vaticana, ad affrontare i problemi del Paese e soprattutto la sua prospettiva futura. Per questo il dialogo e’ aperto con tutte le parti in causa ma rimane prudente, attento a capire le intenzioni e le strategie complessive – sul piano etico, sociale ed economico – di ciascun protagonista della vita pubblica italiana.

Sempre su fronte dell’attuale maggioranza un appuntamento significativo – questa volta ufficiale – sara’ quello che si svolgera’ all’inizio dell’anno, quando gli amministratori di Roma e del Lazio si recheranno in udienza dal Papa per il tradizionale scambio di auguri per il nuovo anno. E’ un’occasione questa durante la quale spesso il Papa tiene un discorso non solo formale ma anche dai contenuti forti.
E naturalmente sara’ un’occasione anche per Veltroni che si rechera’ in Vaticano nella veste inedita di Segretario del Partito democratico.