Veltroni: Contro di me campagna di odio

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Veltroni: Contro di me campagna di odio

09 Aprile 2008

Povero Walter Veltroni, nel corso di questa campagna elettorale si è sentito “odiato” e bersagliato dal centrodestra che “ne ha sparate di tutti i colori”.

“Il centrodestra ha fatto una campagna elettorale all’insegna dell’odio”. Ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta
, il candidato premier del Pd, a soli quattro giorni
dal voto, ha accusato duramente
il centrodestra per i toni utilizzati in campagna elettorale.

Veltroni
ha parlato del clima che si respirava alle manifestazioni del Pd – “La
cosa bella era la quantità di gente che c’era. E in queste
manifestazioni non c’era odio”, ha detto – e ha aggiunto: “I miei avversari hanno
detto cose in generale ispirate ad un principio: l’odio”.

Ancora: “Io ho cercato di fare una campagna elettorale del 2008. Gli
altri hanno continuato a fare la campagna elettorale del ’94, tutta
cupa, tutta tetra”.

Alla domanda rivoltagli da Bruno Vespa, se davvero
si sia sentito odiato, Veltroni non ha esitato a rispondere: “Caspita!
Ne hanno sparate di tutti i colori. Una linea di contrapposizione
frontale e di demonizzazione personale”.

“Mentre si parlava di test
mentali per i magistrati, di brogli e di armature – ha aggiunto l’ex
sindaco dei Roma – io parlavo di riduzione delle tasse, di studi di
settore, di occupazione femminile. Anche di cose che possono sembrare
minute, come l’importanza delle cure odontoiatriche per il diritto al
sorriso”.