Home News Via libera del Senato alla “blocca-processi”

Via libera del Senato alla “blocca-processi”

0
25

 

 

Via libera alla "salva-premier" e blocca-procesi che darà priorità ai processi per reati gravi.

E' passato l'emendamento  al decreto sicurezza che prevede la sospensione dei processi per reati commessi prima del giugno 2002. Il Senato ha votato stamattina ma l'emiciclo non era al completo: sono infatti usciti da Palazzo Madama i rappresentanti di Pd e Idv.

Il capogruppo dell'Idv alla Camera, Massimo Donadi, in un'intervista, ha annunciato che «Sicuramente contro il salva-premier e contro il ddl sulle intercettazioni» i dipietristi raccoglieranno«le firme per un referendum abrogativo» senza escludere la possibilità «scendere in piazza»

Ad annunciare l'astensione  è stata Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Partito democratico che ha spiegato la presa di posizione dicendo che l'emendamento creerà «un aggravamento di lavoro in tutti i tribunali italiani» e ha accusato Silvio Berlusconi «di aver perso un'occasione davvero unica: quella di creare in Italia un nuovo bipolarismo».

Pur contestando la blocca-processi sono rimasti in aula l'Udc e i radicali. Emma Bonino ha commentato così la sua scelta di voto: «Voi state per scrivere una pagina buia - afferma rivolgendosi agli esponenti della maggioranza - ma io non uscirò. Non lascerò i lavori parlamentari. Voglio ricordarmi bene questa foto dell'aula mentre approverete questo emendamento». I radicali, per anni, ricorda Emma Bonino, si sono battuti «per una giustizia giusta», senza «aver mai avuto atteggiamenti giustizialisti o forcaioli» ma ora Emma Bonino dice di essere «impressionata» dall'atteggiamento del centrodestra, che «solo ora si accorge» di quanto sia necessario fare riforme per la giustizia.

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here