Vibo Valentia. Resti umani in un cassonetto, forse di un ragazzo scomparso

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Vibo Valentia. Resti umani in un cassonetto, forse di un ragazzo scomparso

09 Dicembre 2009

Alcuni resti umani sono stati trovati questa mattina in un cassonetto dell’immondizia a Serra San Bruno, nell’entroterra vibonese. Tra i resti c’è un teschio con un foro provocato d’arma da fuoco e un femore spezzato.

Ad accorgersi della presenza dei resti sono stati 6 operai comunali questa mattina intorno alle 8.30 mentre stavano per svuotare il cassonetto. Sul luogo del ritrovamento sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato che hanno avviato le indagini.

Il sostituto procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, Santi Cutroneo, ha disposto gli accertamenti da parte del medico legale. Negli ambienti investigativi si ipotizza che i resti possano appartenere a Pasquale Andreacchi, di 18 anni, scomparso l’11 ottobre scorso a Serra San Bruno. Il periodo della morte, secondo i primi accertamenti del medico legale, risalirebbe ad alcuni mesi.

Il dirigente del commissariato di Serra San Bruno, Onofrio Marcello, ha confermato che si tratta di un omicidio ma per avere certezza dell’identità del cadavere, tuttavia bisognerà attendere l’esito delle analisi mediche e biologiche. Sull’attività investigativa i poliziotti mantengono il massimo riserbo.

Il giorno della scomparsa Andreacchi, che lavora nel maneggio del padre situato nelle vicinanze del Santuario di Santa Maria del Bosco, uscì di casa senza dire niente di particolare ai genitori. Nel corso della serata fu notato in giro per il paese ma non fece rientro a casa. Sulla scomparsa del giovane gli investigatori ipotizzano che possa essere legata a contrasti con qualche persona probabilmente scaturiti dalla vendita di animali.