Home News Zawahiri: ancora minacce a occidentali e arabi

Zawahiri: ancora minacce a occidentali e arabi

0
65

Ayman al Zawahiri, braccio destro di Bin Laden,  ha diffuso un nuovo video. 95 minuti per esortare i mujaheddin ad unirsi nella jihad e battersi contro la corruzione dei governi musulmani. Nel mirino soprattutto Arabia Saudita ed Egitto, nonché l’incitazione a colpire gli interessi occidentali.

Impassibile, il  numero due di Al Queda, dichiara con fermezza:  “La lotta contro i regimi corrotti e corruttori prevede due fasi.  A breve termine bisogna prendere di mira gli interessi crociati ed ebrei”. E ancora prosegue: “Tutti coloro che hanno aggredito la nazione ne devono pagare il prezzo: nei nostri paesi e sui loro territori, in Iraq, Afghanistan, Palestina, Somalia e dovunque si possa colpire i loro interessi”.   Le intenzioni sono palesi e dichiarate: l’obiettivo è agire anche nel lungo periodo “per cambiare questi regimi corrotti e corruttori”.

Il filmato proviene dalla “casa di produzione” islamica Al Sahab, impiegata da Al Qaida e dai gruppi iracheni e afghani per diffondere su internet i loro video di minacce di violenza .  È stato realizzato con una tecnologia sofisticata, e include frammenti tratti da Al Jazira, dalla tv pubblica americana e da altre emittenti internazionali.

Secondo il “Site Institute”, Usa,  Zawahiri è vestito di bianco e il suo discorso è accompagnato dalla traduzione in inglese, cui è stato dato un titolo dai toni minacciosi: “Il consiglio di una persona interessata”. Il vice di Bin Laden si scaglia a lungo contro la “corruzione” della famiglia reale saudita, con un particolare riferimento al caso del contratto di fornitura di armi Al Yamamah, in cui il principe Bandar ben Sultan, è accusato di tangenti dal gruppo britannico BAE Systems.

Ancora una volta seguono poi le critiche ai Palestinesi, per quanto concesso ad Israele, e il governo egiziano viene attaccato perché alleato degli Stati Uniti. Zawahiri esorta all’unione con i seguenti toni: “La prima cosa che i nostri amati fratelli in Iraq devono capire è l'importanza dell'unità”.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here