Balla il Breit, Blackstone invita i consulenti a tenere calmi i clienti



Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Balla il Breit, Blackstone invita i consulenti a tenere calmi i clienti

Balla il Breit, Blackstone invita i consulenti a tenere calmi i clienti

03 Dicembre 2022

Balla il Breit, il Real Estate Income Trust da 69 miliardi di dollari del colosso Blackstone. Lo dimostra il documento interno che circola in Rete, nel quale Blackstone esorta i suoi consulenti per gli investimenti a “mantenere calmi i clienti” dopo le limitazioni ai rimborsi imposti al REIT. Le limitazioni sono una prova della incertezza che circola nel mercato immobiliare e nella economia americana più in generale.

L’immobiliare è sempre una spia dell’andamento economico negli Usa. Gli ultimi dati sull’occupazione sono migliori del previsto, +263mila nuovi posti di lavoro creati a novembre, ma aumenta anche il numero dei licenziamenti e si riduce il tasso di partecipazione della forza lavoro americana. Le piccole imprese stanno perdendo lavoratori. Non tutta la forza lavoro americana è tornata alla vita d’ufficio pre-pandemia.

Gli effetti dei rialzi dei tassi sull’immobiliare

Un quadro che probabilmente spingerà la Fed a proseguire sulla strada del rialzo dei tassi fino a quando non ci sarà una reale certezza che l’inflazione sia tornata sotto controllo. Con un effetto depressivo sull’immobiliare. Fino allo scorso anno la richiesta di case negli Usa era ancora alta, ma nel 2022 il clima è cambiato. I mutui calano, c’è una contrazione nel mercato immobiliare commerciale, nelle spese per la ristrutturazione delle case e l’arredamento.

Secondo Bloomberg, gli investitori preoccupati non riescono a percepire se e quanto sarà profondo il crollo dei prezzi delle case. Così si ritirano. Nel 2022 l’indice del mercato immobiliare di Bloomberg ha “sottoperformato significativamente” quello di S&P 500. Le limitazioni imposte da un fondo immobiliare enorme come quello di Blackstone rappresentano quindi un segnale preoccupante su come potrebbero andare le cose nella economia Usa.

Un segnale brutto ma non fatale, sintetizza Reuters. L’impressione è che il boom del debito nella fase pandemica e postpandemica innescato dai bassi tassi di interesse abbia invertito la rotta. Il 70 per cento delle richieste di riscatti dal fondo sono arrivate dall’Asia. Alcuni analisti sottolineano che gli investitori asiatici sono storicamente volubili e che spesso i flussi degli investimenti asiatici sono molto volatili.

Blackstone e gli investitori asiatici

Altri spiegano che le richieste di riscatto arrivano dall’Asia per via delle fluttuazioni del dollaro e per la ripresa dei mercati azionari asiatici. Il fondo di Blackstone viene giudicato solido, ben diversificato e focalizzato sul mercati degli affitti residenziali, un mercato che regge. La reazione di Blackstone dunque sembra dettata dalla prudenza.

Blackstone ha venduto le sue partecipazioni in due casinò di Las Vegas incassando 1,2 miliardi di dollari per fronteggiare le limitazioni e dopo aver ceduto in borsa. Il fondo immobiliare di Blackstone è cresciuto rapidamente sull’onda dei bassi tassi di interesse degli ultimi anni. Il fondo opera nella logistica, nel mercato immobiliare commerciale, possiede condomini, studi medici e casinò.

Come ricorda Milano Finanza, “gli investitori possono riscattare fino al 5% delle loro partecipazioni in un dato trimestre. Oltre quel livello Blackstone può limitare le richieste di prelievo per impedire una svendita delle sue partecipazioni immobiliari illiquide”. Così quando è arrivata l’ondata di richieste di riscatto dal mercato asiatico (il 70 per cento del totale), Blackstone ha limitato i prelievi dal fondo.

A novembre, Blackstone ha soddisfatto il 43% delle richieste di riscatto da parte degli investitori nel Breti. A ottobre, il valore dell richieste di rimborso aveva toccato 1,8 miliardi di dollari, il 2,7% del valore patrimoniale netto del fondo. Le limitazioni sembrano destinate a prolungarsi anche a dicembre.