Cingolani rilancia il fotovoltaico, il governo non molla la presa sull’energia

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Cingolani rilancia il fotovoltaico, il governo non molla la presa sull’energia

Cingolani rilancia il fotovoltaico, il governo non molla la presa sull’energia

02 Settembre 2022

Il governo Draghi è dimissionario, ma non diminuisce l’impegno per migliora la vita degli italiani e combattere la crisi energetica, quindi il caro bollette. Grazie all’operato ministro Cingolani sarà più facile installare pannelli fotovoltaici.

C’è infatti un nuovo modello unico utile per l’installazione di impianti fotovoltaici integrati negli edifici. In questo modo sarà possibile accedere a una procedura online semplificata, nota per aver razionalizzato lo scambio di informazioni tra Comuni, gestori di rete e Gse. La misura era già prevista nel Decreto Energia della scorsa primavera.

Questo modello unico si applica agli impianti solari fotovoltaici realizzati su edifici o su strutture e manufatti fuori terra diversi dagli edifici di potenza nominale complessiva fino a 200 kW.  In sintesi, quindi, questa procedura sostituisce tutte le autorizzazioni essenziali per l’installazione dei pannelli, ma limitatamente ai lavori in edilizia libera. Il decreto attuativo del ministro della Transizione Ecologica, infatti, esclude esplicitamente gli impianti installati su immobili vincolati.