Home News Speriamo che il Cav. ritrovi lo smalto di una volta nei suoi interventi tv

La conversazione con Signorini a "Kalispera"

Speriamo che il Cav. ritrovi lo smalto di una volta nei suoi interventi tv

3
13

L'intervento del Cavaliere, di due sere fa, alla trasmissione “Kalispera” di Alfonso Signorini, non mi è piaciuto affatto. Cinque minuti di “piacevole” conversazione con la “comare” ufficiale di Canale 5, sull'esistenza dei comunisti e sulle donne di sinistra con le quali il premier ha avuto una relazione.

Sono amareggiato. Non tanto perché un presidente del Consiglio si sia prestato ad un teatrino del genere, ma soprattutto per averlo usato per fare politica. Perché in quei cinque minuti, ha parlato comunque dell'opposizione, di giustizia, del governo. Lo ha fatto senza contraddittorio e imbeccato a dovere dalle domande del suo fido giullare . Giullare di corte che coinvolge nel suo spettacolo,  il sire, il quale, divertito, ne approfitta per elogiare il proprio operato e infangare il nome dei nemici, forte di un consenso incondizionato. Peccato, però, che si trovasse in tv e che le sue parole avessero risonanza oltre la sala del banchetto. Già qualche giorno fa, era intervenuto via telefono durante la messa in onda di Studio Aperto, nel telegiornale di Italia 1, per parlare dell'operato e dei meriti del governo. 

Forse Berlusconi sta invecchiando veramente. Forse non ha più la forza di lottare sul campo e dosa le forze per interventi mirati e sicuri. E' da tanto tempo che non lo si vede in nessuna trasmissione televisiva. Mi ricordo quando partecipò a Ballarò qualche anno fa. Interventi concitati, toni alti, il conduttore che difficilmente lo teneva a bada. O quando stizzito abbandonò la trasmissione condotto da Lucia Annunziata, con le parole: “E la Rai sarebbe controllata da me?”. Così si faceva! Adesso invece... Travaglio e Floris hanno le “loro” arene? Bene, adesso parlo io senza contraddittorio nei miei canali. Speriamo sia una semplice caduta di stile e non un campanello di allarme...

  •  
  •  

3 COMMENTS

  1. Complimenti …
    Leggere quanto ha scritto questo Diego è stato divertente. Un altro che si scandalizza per la forma e cha dall’alto del suo pedigree può permettersi di dare della comare e del giullare. Boh! Che meriti giornalistici abbiano un’annunziata un santoro o un flores ad di sopra di signorini non lo capisco. Forse il Diego (che non sembra essere giornalista da una ricerca sul web) dovrebbe riservare la sua indignazione per tanti pseudo giornalisti che violano sistematicamente il codice etico e non prendersela con un signorini qualsiasi che occupa uno spazio pur di basso livello ma ben al di sopra dei programmi ai quali, il giulivo, vorrebbe vedere Berlusconi, vestito da gladiatore.

    Forse il Diego non ha capito che andare a litigare con certi ceffi contornati dalla curva sinistra non determina un grande ritorno dell’investimento. Invece, ricordare dell’esistenza dei comunisti e delle loro strategie, anche se non piace al Diego, fa sempre bene. Il pubblico di Signorini non era certo all’altezza del fan di santoro, ma bisogna pur accontentarsi …

  2. @ Sig. Marini
    Che tristezza. Anche giornalisti e giornali di centro destra si accodano ormai al gran coro del Berlusconi-Berlusconismo (ma che è??) nell’ordine: in fin di vita, finito, esanime, morente, in coma…Ma lo volete capire TUTTI o no che è stato, è e (se Dio vuole!!) sarà SOLO E SOLTANTO il POPOLO ITALIANO ELETTORE l’unico che ha avrà il diritto di mandare a casa Berlusconi o anche, toh, rieleggerlo, alla facciaccia di tutti voi, prefiche malamente imitatrici dei lai mortali della sinistra post comunista????

  3. Altri sbagli Berlusconiani
    Berlusconi ha sbagliato se, per una volta, ha parlato senza contraddittorio? Può darsi. Di certo sbaglia a non fare subito un DL con pene severissime per chi vilipendia a mezzo stampa, tv, ecc.l’Istituzione della Presidenza del Consiglio, incarnata dalla sua persona; per chi usa il gossip e penetra nella lecita e normale vita privata degli avversari politici per poi usare quelle “notizie” come fango per abbattere l’avversario; sbaglia a non fare (da solo, andando in c…o a tutti) una riforma della giustizia che impedisca a un giudice di dettare il palinsesto RAI (ci puppiamo Santoro e ora la Ferrario grazie ai giudici rossi), oltre al resto necessario; sbaglia a non far chiudere immediatamente trasmissioni- calunnie vergognose come annozero; sbaglia a non dichiarare fuorilegge e incompatibili con i valori Repubblicani (come si fa coi partiti fascisti e neo-nazisti) i gruppi e i gruppuscoli che si rifanno ai delinquenti sanguinari Mao, Lenin e Pol Pott, nonchè a non chiudere immediatamente i centri sociali e mandare a lavorare coattamente i nullafacenti violenti che li riempiono. In ultimo prego il Dott. Marini di fare un articolo simile tutte le volte che D’Alema o Fini o Bianca Berlinguer useranno la Rai per i propri scopi politici (oltre a segnalare coerentemente anche tutte le volte che faranno uso politico e senza contraddittorio Santoro, Dandini, Annunziata, Fazio, Lerner e Gruber). Grazie.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here