Home News 16 gennaio 2008

16 gennaio 2008

0
11

“Ora il Papa verrà fatto passare per una vittima” Dice Paolo Flores d’Arcais al Corriere della Sera (16 gennaio) Ah, quel Pontefice ha proprio tutte le fortune

“I laici o presunti tali si dividono un po’ alla rinfusa tra chi prova a lucrarci su, chi si ingegna  a ricercare, arretrando passo dopo passo, valori da condividere con un interlocutore che si pretende viceversa portatore di valori non negoziabili, chi finge di non vedere dando per scontato che nessun tentativo di riconquista potrà mai chiamare in revoca una secolarizzazione che, ormai, è un dato acquisito” Dice Paolo Franchi sul Riformista (16 gennaio) Franchi appare un po’ ansioso per l’affollarsi di laici di ogni specie: dai kamikaze della Sapienza, al “lucratore” Galli della Loggia, alla Mancina che “s’ingegna”, a Ezio Mauro “che non vede”, al dogmatico Odifreddi (dagli odi molto caldi). Il direttore del Riformista pare quasi chiedersi quale spazio gli resta da presidiare. Non si preoccupi: nessuno gli sottrarrà la palma del laico più contorto d’Italia

“E’ una dura prova per la laicità italiana” Dice Gian Enrico Rusconi sulla Stampa (16 gennaio) Rusconi è un po’ come uno che dopo avere dato un calcio a un altro, si lamenta perché gli fa male la caviglia

“Il primo sentimento è di condanna per gli episodi di intolleranza che sono avvenuti in questi giorni” Dice Romano Prodi al Manifesto (16 gennaio) Da buon cattolico Prodi è infuriato per tutta la vicenda Sapienza-Papa, se mette le mani su chi governa questo Paese, lo stronca

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here