6 dicembre 2007

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

6 dicembre 2007

6 dicembre 2007

06 Dicembre 2007

“Sembra
un simbolo, ma non lo è”
Dice Federico D’Ambrosio sul Manifesto riferendosi al
marchio della Cosa rossa (6 dicembre) Ricorda
molto le insegne di Banca Intesa prima che si fondesse con il San Paolo di
Torino: un’altra mossa per irritare Prodi?

“Il
premier è fuori di testa”
Dice Giovanni Russo Spena alla Stampa (6 dicembre) Ci siamo persi quando era dentro di testa

“E’
stato falsificato il mio pensiero”
Dice Massimo D’Alema all’Unità (6 dicembre) La Forleo in disgrazia, Prodi e Veltroni in
grandi difficoltà, e D’Alema si monta la testa e crede di essere Berlusconi

“L’attacco
contro Fausto Bertinotti è stato studiato appunto proprio da quel terzo piano”
Dice Claudio Tito sulla Repubblica (6 dicembre) Per colpire Bertinotti è stato usato Micheli il più Iri tra gli uomini
Iri del premier: alla bisogna ha dovuto distrarsi per qualche minuto dai
complessi problemi (opa, ipo, merger & acquisition) che la merchant bank
prodiana di Palazzo Chigi  deve
quotidianamente affrontare