Home News Perfino Toninelli

L'uovo di giornata

Perfino Toninelli

0
487

A meno che non lo faccia apposta e non immagini per sé un futuro da para-cabarettista sulla scia di Antonio Razzi (che almeno, bontà sua, non ha mai reclamato il ministero delle Infrastrutture), Danilo Toninelli andrà studiato dagli storici del futuro per misurare l’entità del buco nero nel quale è precipitato il nostro Paese in questi anni.

Prendete la sua ultima esternazione su Facebook. Il Nostro in queste ore concitate aveva la possibilità di tacere, poteva stare zitto, nessuno se ne sarebbe accorto. Certo, c’è apprensione sui numeri della eventuale maggioranza a sostegno di Mario Draghi, ma al massimo gli addetti a far di conto si sarebbero interrogati sulla posizione di Di Maio, o di Beppe Grillo, al massimo di Casaleggio e associati. Difficilmente sarebbero morti di impazienza in assenza di una esternazione di Toninelli.

Epperò lui si è sentito in dovere. Ha aperto Facebook e ha messo le cose in chiaro. “Non ci vengano a chiedere di votare Mario Draghi”, ha esordito il Danilo nazionale. Per poi spiegare che, prim’ancora delle convinzioni astratte, a impedire ai pentastellati di appoggiare l’ex presidente della Bce è la valenza morale dei duri sacrifici compiuti in questi due anni di governo. La fatica incessante, il sudore versato, la lotta a mani nude “avendo contro tutto il sistema organizzato di potere”. Pur sapendo “che stavamo perdendo consenso”. Orgogliosi del fatto “che per noi gli italiani erano prima di tutto persone, non solo elettori”.

Impressionante, davvero. L’enumerazione degli sforzi titanici compiuta da Toninelli su Facebook è qualcosa che non può lasciare indifferenti. “Abbiamo fatto di tutto – scrive il Nostro -. Perfino annientarci negli uffici a lavorare pur di dare una mano a chi ne aveva bisogno”. Ecco. Hanno perfino lavorato. Parole sue. E si sono annientati. Difficile dargli torto.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here