Home News 9 ottobre 2007

9 ottobre 2007

0
45

“Ricordo ancora il social forum di Bombay al quale ho partecipato nel 2004: lì ho sperimentato una modalità di lavoro aperta e produttiva che fa bene ai militanti di partito”. Dice Carlo Leoni su Liberazione (9 ottobre) La Cosa rossa sta riflettendo su come organizzarsi: prima si è pensato al modello Flm degli anni Settanta, ora si punta ai social forum anni Novanta. C’è anche chi lancia i rave party a Ostia, anni Ottanta, o i festival rock tipo Woodstock anni Sessanta. Dal “Che fare?” di Lenin al “Di che farsi?” degli allegri “ragazzi” di Rifondazione

“Ma il ddl Gentiloni non ha ancora visto luce e continua a essere rinviato a causa delle resistenze delle quinte colonne berlusconiane nell’Unione”. Dice Marco Travaglio sull’Unità (9 ottobre) Fossero solo di Berlusconi le quinte colonne nell’Unione, adesso ci sono anche quelle della moglie.

“Dove la libertà non è più la scelta di una linea d’azione che porta all’individuazione, ma la scelta di tenersi la libertà di scegliere, non si costruisce alcuna biografia ma si rimane in quello stato infantile”. Dice Umberto Galimberti sulla Repubblica (9 ottobre) No, non è l’analisi del profilo politico di Veltroni, è un’argomentazione a sostegno del termine “bamboccione” da parte di Padoa-Schioppa

“Alle elezioni politiche quei lavoratori si sono sentiti chiedere il voto contro la legge Biagi, ora nel referendum sindacale si sentono chiedere il voto per un protocollo che la conserva pressoché integralmente”. Dice Pietro Ichino sul Corriere della Sera di Pietro Ichino (9 ottobre) C’è chi ama la sinistra proprio per questo motivo: il genio sarà pochissimo, ma di pazza sregolatezza ce n’è fin che si vuole

 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here