Home News Abruzzo, il Pd scandalizzato da Chiodi ma lo scandalo è Monte Paschi

Il punto debole dei Democrats

Abruzzo, il Pd scandalizzato da Chiodi ma lo scandalo è Monte Paschi

0
2

Certo non ha usato giri di parole il presidente Chiodi che ieri ha detto di aver capito che fine aveva fatto il miliardo di euro chiesto a suo tempo per la ricostruzione dell'Abruzzo colpito dal terremoto. Finito nella casse del Monte Paschi.

Com'era prevedibile c'è stata un'alzata di scudi immediata dei parlamentari abruzzesi del Pd che hanno accusato Chiodi di fare dichiarazioni a sfondo elettoralistico. Giovanni Lolli ha ricordato su Facebook di essere stato lui a chiedere in parlamento quel miliardo per far ripartire la Regione. Il senatore Legnini ha commentato "Chiodi su Mps dice falsità e inventa".

Ammettiamo pure che con l'approssimarsi delle elezioni i toni si scaldino e che si possa perdere il conto dei colpi dati e ricevuti. Considerando che siamo in campagna elettorale e tanto più dopo la scortesia ricevuta da Monti dei giorni scorsi ci si doveva pure aspettare una reazione di Chiodi.

Il punto però non è la belletristica elettorale. I parlamentari abruzzesi del Pd infatti cercano di evitare come il fuoco il cuore della polemica. Dovrebbero spiegarci perché il loro partito ha egemonizzato una banca, se credono che questa responsabilità politica sia grave oppure no, cosa pensano del fatto che del denaro pubblico che avrebbe potuto essere usato per altri scopi, sicuramente più nobili, sia stato utilizzato per coprire il "buco".

Almeno i Tremonti Bond dovevano agevolare il credito alle aziende, i Monti Bond sono serviti a tappare la falla del Monte Paschi, mentre si chiedevano sacrifici pesanti al Paese. Ancora più pesanti da sopportare per le popolazioni colpite dalle catastrofi naturali.

Messa così l'affondo di Chiodi sembra meno esagerato di quanto non si voglia far credere, scandalizzandosi quando il vero scandalo è un altro.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here