Home News Afghanistan, governo invia nuovi mezzi e personale

Afghanistan, governo invia nuovi mezzi e personale

0
33

Questa mattina il ministro Parisi, davanti alle commissioni Esteri di Camera e Senato, ha annunciato l'invio di "5 elicotteri Mangusta, 8 veicoli corazzati Dardo, 10 veicoli blindati Lince, per assicurare tutte le misure necessarie per fare operare al meglio e nella massima sicurezza" le truppe italiane in Afghanistan.
Il ministro ha anche precisato che insieme ai nuovi mezzi "verranno inviati in Afghanistan gli equipaggi e il personale di supporto tecnico e logistico, per un complesso di circa 145 militari". L'operazione costerà all'Italia "25,9 milioni di euro, di cui 7,2 milioni una tantum per le predisposizioni, i trasporti e le infrastrutture logistiche in Teatro, e 18,7 milioni di costi ricorrenti, per un periodo di circa 7 mesi, fino al 31 dicembre 2007". A conclusione del suo intervento Parisi ha precisato che "le decisioni assunte non alterano in alcun modo la natura della partecipazione del nostro contingente alla missione Isaf, tanto meno, le finalità ultime della nostra presenza". I nuovi mezzi "permetteranno peró di migliorare le capacità di esplorazione, la mobilità e la protezione, quindi sicurezza attiva e passiva, delle nostre truppe".

Subito pronti i commenti dell'opposizione, che con La Russa affermano: "Meglio tardi che mai. Anche se tardiva, la decisione del ministro Parisi va nella direzione più volte richiesta da Alleanza Nazionale in Parlamento. Dicevamo il vero quindi quando fortemente contestati dalla sinistra, consideravamo indispensabili più mezzi per i nostri soldati in Afghanistan che debbono potersi difendere dagli attacchi dei terroristi senza diventare vittime sacrificali per responsabilità delle istanze pacifiste più radicali. L'invio dei nuovi mezzi conclude il capogruppo di AN - e il rafforzamento del contingente, consentirà ai nostri ragazzi in divisa di onorare in condizioni di maggior sicurezza l'impegno di lotta attiva contro il terrorismo e garantire al popolo afghano prospettive di vita migliori".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here