Afghanistan: i talebani lasciano la zona di Musa Qala

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan: i talebani lasciano la zona di Musa Qala

10 Dicembre 2007

Le 
milizie talebane hanno confermato di aver ritirato i propri uomini dalla zona
di Musa Qala, nella provincia meridionale afghana di Helmand, rimasta per
diversi mesi sotto il loro controllo.

Interpellati dalla Tv al-Jazeera, i miliziani islamici hanno però aggiunto che
loro uomini sarebbero ancora presenti nelle aree circostanti e si sono detti
pronti a un’offensiva per riprendere il controllo di Musa Qala quando se ne
presenterà l’occasione in futuro.

Questa
mattina un portavoce del comando Isaf, Forza Internazionale di Assistenza per
la Sicurezza sotto comando Nato, in Afghanistan
ha annunciato che l’esercito afghano era entrato nella roccaforte talebana di
Musa Qala, unica città di una certa dimensione finita mesi fa sotto il
controllo talebano. Per cacciare i miliziani islamici, le forze della Nato
insieme a quelle afgane hanno dato vita venerdì scorso ad una massiccia
offensiva militare nella zona. Il successo è stato commentato positivamente dal
primo ministro britannico Gordon Brown arrivato a sorpresa nel paese, dopo la
visita in Iraq. “Voglio ringraziarvi per quanto fate in quella che è la
linea del fronte contro i talebani”, ha dichiarato Brown, parlando a
Helmand davanti ai soldati britannici.