Afghanistan, ucciso un militare Nato e 6 ribelli

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Afghanistan, ucciso un militare Nato e 6 ribelli

25 Settembre 2007

Sono morti nelle ultime ore, in una serie di scontri e
attacchi nel sud dell’Afghanistan, un militare Nato e altre sei persone, molto
probabilmente dei ribelli. Lo hanno comunicato alcune fonti locali.

Il militare delle truppe della coalizione ha perso la vita
ieri in un attacco alla pattuglia sul quale viaggiava, compiuto da un commando
armato sconosciuto. L’Alleanza non ha reso noto né la nazionalità della vittima
né il luogo esatto della morte. Nell’attacco altri quattro militari sono
rimasti feriti.

Nella provincia di Kandahar, inoltre, le truppe della
coalizione e quelle afgane hanno condotto un’operazione congiunta contro un
gruppo di ribelli. L’incursione ha avuto luogo nel distretto di Zhari ed aveva
per obiettivo alcuni militanti sospettati di piazzare ordigni e lanciare razzi
contro i soldati internazionali. Nel conflitto a fuoco tra le due parti, almeno
sei ribelli sono rimasti uccisi.

Infine, nella provincia di Wardak, nell’Afghanistan centrale,
 un commando armato ha attaccato una
pattuglia dell’esercito afgano, uccidendo un soldato e ferendone altri cinque.