Afghanistan: un soldato italiano è stato ucciso, altri due feriti

Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Afghanistan: un soldato italiano è stato ucciso, altri due feriti

25 Luglio 2011

Un militare italiano è stato ucciso e due sono rimasti feriti nel corso di uno scontro a fuoco nella zona a nord ovest della valle di Bala Murghab. Lo rende noto lo Stato Maggiore della Difesa. Durante un’operazione congiunta tra militari italiani e forze afgane, l’unità nella quale erano presenti anche i militari italiani è stata attaccata.

Dei due militari feriti uno sarebbe in gravi condizioni mentre il secondo non è in pericolo di vita. Con la morte del militare italiano a Bala Murghab sala a 41 il bilancio complessivo delle vittime italiane nel corso della missione Isaf in Afghanistan. Il 12 luglio, a perdere la vita era stato il primo caporal maggiore Roberto Marchini, dell’ottavo reggimento genio guastatori della Folgore. Il 2 luglio era rimasto rimasto ucciso in un attentato a Caghaz, il caporal maggiore Gaetano Tuccillo. Era originario di Pomigliano d’Arco (Napoli) ed apparteneva al battaglione logistico Ariete di Maniago (Pordenone).

Il 4 giugno scorso, il tenente colonnello dei carabinieri Cristiano Congiu, intervenuto per difendere una donna americana, era stato ucciso a colpi d’arma da fuoco mentre si trovava in una località della Valle del Panshir. Il 28 febbraio scorso era stato il Tenente Massimo Ranzani a perdere la vita in seguito all’esplosione di un ordigno esplosivo a nord di Shindand. In precedenza, il 28 gennaio, il Caporal Maggiore Scelto Luca Sanna era morto in seguito alle ferite per i colpi d’arma da fuoco esplosi da un presunto appartenente all’Afghan National Army, poi fuggito