Home News Al via la Summer School, un’occasione di dibattito sul Pdl e con la Chiesa

Oggi la "lectio magistralis" di Mons. Bagnasco

Al via la Summer School, un’occasione di dibattito sul Pdl e con la Chiesa

0
133

Parte oggi e si conclude venerdì 9 la sesta edizione della Summer school organizzata dalla Fondazione Magna Carta - per la terza volta in associazione con Italia protagonista - che si svolge a Frascati nella cornice di Villa Tuscolana.

Gaetano Quagliariello, vicepresidente dei Senatori Pdl, nell'auspicare che "le prossime edizioni della Summer School possano aggregare progressivamente le altre fondazioni dell'area Pdl", ha spiegato la scelta di dedicare quest'anno le sessioni di dibattito politico esclusivamente a esponenti del Pdl: "Solitamente - ha detto Quagliariello - erano presenti anche esponenti degli altri schieramenti. La scelta di quest'anno non è un segno di chiusura, ma per una volta, visto che il tempo a disposizione non è illimitato, abbiamo voluto concentrarci sul momento particolare che il nostro partito sta vivendo, con l'elezione per la prima volta di un segretario politico, e privilegiare il dibattito interno".

L'appuntamento odierno per gli studenti è con il presidente della Cei, mons. Angelo Bagnasco, che nel pomeriggio terrà una lectio magistralis su “Chiesa e politica”. Ad annunciare la partenza della scuola e la sua scaletta Maurizio Gasparri e Gaetano Quagliariello, presidente e vice presidente vicario dei senatori Pdl. “È un alto onore per noi – ha detto Gasparri - perché il cardinal Bagnasco è stato il punto di riferimento importante per noi anche in queste settimane: basti ricordare il suo appello alla lotta all'evasione e all'impegno dei cattolici in politica”. Il presidente dei Senatori Pdl ha sottolineato l'importanza di un evento mirato a formare la classe dirigente del centrodestra “nell'ottica di una riaggregazione dell'area moderata”. Il senatore Quagliariello ha quindi illustrato il programma dell'iniziativa in cui i giovani saranno impegnati: al mattino verranno proposti seminari di politica, storia, economia, mentre nel pomeriggio saranno previste le sessioni plenarie.

A rendere più interessante la Summer School la presenza di ospiti illustri come il giornalista e scrittore Giampaolo Pansa (alle 16 di lunedì) e il magistrato esperto di terrorismo internazionale Stefano D'Ambruoso (giovedì 8 alle 15), oltre ai rappresentanti di imprese come Microsoft, Google, Terna, Eni, Enel, Acea, Ibl. “Ci concentriamo nella costruzione del partito - spiega Quagliariello - e per questo non ci sono ospiti politici 'esterni’ ” al centrodestra. Tra i docenti, inoltre, Francesco Forte, Giovanni Guzzetta, Giuseppe De Vergottini e Giovanni Orsina.

Ma non solo. L’agenda sarà anche ricca di ministri e alti esponenti di partito. Oltre agli interventi inaugurali di Gasparri e Quagliariello, preceduti dal saluto del presidente della Fondazione Magna Carta Francesco Valli, lunedì alle 18.30 è previsto un incontro degli studenti con il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini. Il giorno dopo (martedì 6) sarà la volta del ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, che interverrà alle 14, mentre alle 16 sarà il turno del sottosegretario all'Interno Alfredo Mantovano che discuterà di mafia, camorra e 'Ndrangheta. Il tutto prima dell'arrivo, alle 17.30, del segretario del Pdl Angelino Alfano e, alle 18.30, del ministro della Gioventù Giorgia Meloni. “Anche quest'anno - spiega Quagliariello - tra la Summer school e la Festa di Atreju curata da Meloni ci sarà una sorta di passaggio del testimone”.

Mercoledì sarà una giornata piena di appuntamenti. Al mattino lettura de 'Il Gattopardo’ di Giuseppe Tomasi di Lampedusa da parte del Senatore Quagliariello, mentre Erminia Mazzoni presenterà il libro “Il sangue del sud” di Giordano Bruno Guerri. Ci sarà poi Mauro Moretti, Ad delle Ferrovie dello Stato. Infine, la prima uscita pubblica del ministro della Giustizia Francesco Nitto Palma, che incontrerà gli studenti. Il giorno successivo (giovedì 8) ci sarà una tavola rotonda con al centro i capigruppo di Senato e Camera, Maurizio Gasparri e Fabrizio Cicchitto, oltre a Gaetano Quagliariello e al coordinatore Ignazio La Russa per riflettere “sul Pdl e sul centrodestra del futuro”, in chiusura ci sarà un incontro con gli studenti del ministro del Lavoro Maurizio Sacconi.

Lungo tutta la settimana sarà costante la presenza di giornalisti, chiamati spesso a moderare i diversi dibattiti: Gennaro Sangiuliano, Antonio Polito, Pierluigi Diaco, Massimo Martinelli, Ugo Magri, Mario Sechi. Lo scrittore Pietrangelo Buttafuoco, inoltre, martedì leggerà “Vita di Nicolò Machiavelli fiorentino” di Giuseppe Prezzolini mentre il professore di filosofia Raimondo Cubeddu leggerà “La via della schiavitù” di F.A. von Hayek. Un’occasione da non perdere, insomma, per i 60 partecipanti ma anche per chi si vuole avvicinare al mondo della politica, approfondendone gli aspetti più interessanti ed imparando a viverla.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here