Alemanno (An): manovre per bloccare il referendum

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Alemanno (An): manovre per bloccare il referendum

17 Luglio 2007

“Sono in atto manovre
per bloccare il referendum elettorale con riforme che non valorizzerebbero il
bipolarismo. Per questo bisogna raggiungere nei tempi utili più firme del
necessario”. Così Gianni Alemanno, presidente della Federazione di Roma di An, durante
la raccolta di firme fatta dal suo partito

“Siamo al rush finale di questa campagna referendaria – ha
aggiunto – Ma purtroppo sono pochi i partiti che hanno avuto il coraggio di
schierarsi in blocco a favore di questi quesiti, come invece ha fatto An. Non a
caso siamo presenti in tutti i quartieri di Roma, anche in quelli più popolari,
con 150 banchetti”.

“Vedo intanto – ha concluso Alemanno – che anche il mondo
imprenditoriale, che da tempo solleva il problema dei costi della politica, ha
manifestato il suo bisogno di cambiamento con l’adesione al referendum del
presidente di Confindustria Montezemolo. An però, come recita il nostro slogan
referendario, vuole il superamento di tutte le caste e non solo di quella politica”.