Home News Alessandro Verrelli ci racconta le banche. Vademecum per risolvere le crisi finanziarie

Il libro

Alessandro Verrelli ci racconta le banche. Vademecum per risolvere le crisi finanziarie

0
144

Quali sono le condizioni che determinano il fallimento di una banca? E quali sono i possibili rimedi da porre in atto (se ci sono) per determinarne il salvataggio? E’ possibile trovare queste risposte in Banche: dall’insolvenza alle soluzioni della crisi, il libro scritto da Alessandro Verrelli e pubblicato da Historica edizioni nel marzo dello scorso anno.

Il testo, che unisce una accurata ricerca storica dei vari fallimenti di diversi istituti di credito ad una attenta disamina della giurisprudenza corrente, è senza dubbio un valido punto di riferimento per chiunque desideri addentrarsi nel complesso – e al tempo stesso affascinante – universo bancario. Sfogliando le pagine dell’opera di Verrelli, si capisce fin da subito che il libro non si limita ad una narrazione dei fatti avvenuti in ambito economico a partire dal secondo dopoguerra in poi; una lettura attenta del testo suggerisce al lettore prospettive nuove e spesso lasciate in disparte da chi è solito raccontare la Storia ricorrendo a scenari parziali e non già autentici.

Scrive l’autore che “i sintomi delle crisi bancarie sono costituiti dalla cattiva liquidità degli impieghi, dalla mancanza di redditività, dall’erosione del capitale e dai problemi di reputazione e/o liquidità i quali, spesso, si manifestano contestualmente”. Cosa vuol dire questo e cosa comporta un orizzonte simile? Il fallimento di una banca coinvolge numerosi attori economici e questo coinvolgimento si ripercuote su tutto il contesto circostante: nessun attore che sia entrato in relazione con essa può esserne risparmiato. E’ per questo motivo quindi che Alessandro Verrelli ripercorre fedelmente le varie crisi bancarie a partire dagli anni 2000, focalizzandosi non solo sul caso italiano ma anche su quanto accadde a livello europeo. Va detto infatti che crisi del genere scaturiscono sia da un deterioramento dei crediti generato dalla crisi economica, sia da numerose attività speculative azzardate (vedasi ad esempio la creazione di titoli tossici).

“Il dissesto di una banca è un fatto grave per il ruolo essenziale che svolge nell’economia nazionale” : questo si legge in un passaggio fondamentale del libro e questo dovremmo tenere bene a mente quanto ascoltiamo in tv del fallimento di un istituto di credito. E se parlare di simili questioni non è agevole in un periodo di durissima crisi economica come quello attuale, Banche risulta una valida lettura non solo per gli addetti ai lavori ma per chiunque desideri conoscere meglio l’affascinante funzionamento del nostro sistema economico. Verrelli, con questa opera, ha senza dubbio compiuto uno sforzo intellettuale di notevole valore, sforzo che è stato e verrà apprezzato da tutti coloro che leggeranno il suo testo.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here