Alfie, ora i genitori chiedono silenzio: “Vogliamo costruire ponte con i medici”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Alfie, ora i genitori chiedono silenzio: “Vogliamo costruire ponte con i medici”

26 Aprile 2018

Dopo l’incontro con i medici dell’Alder Hey Hospital di Liverpool il padre del piccolo Alfie, Tom Evans, ha detto di voler “costruire un rapporto con l’ospedale” ringraziando “tutto lo staff della struttura per il loro duro lavoro”. Ai tanti sostenitori del bambino gravemente malato ha chiesto “di tornare alla loro vita di tutti i giorni” per permettere a lui e alla moglie Kate “di camminare sopra il ponte che intende costruire con l’ospedale”.

Così i genitori di Alfie spengono i riflettori sul caso siglando una sorta di armistizio con i medici pur di continuare a curare il loro piccolo.