Alitali: Banca Intesa si chiama fuori

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Alitali: Banca Intesa si chiama fuori

Alitali: Banca Intesa si chiama fuori

21 Marzo 2008

L’acquisizione di Alitalia da parte di
Air France-Klm resta in bilico tra annunci di presunte cordate
italiane e richieste dei sindacati di congelare la trattativa a
dopo le elezioni.
Resta il muro contro muro tra la compagnia
francese e i lavoratori mentre del cavaliere bianco italiano
evocato da Silvio Berlusconi non c’è ancora traccia. Se ci sono
alternative concrete è bene che escano subito allo scoperto
perché i tempi sono “strettissimi”, hanno chiesto il presidente
del consiglio Romano Prodi e il ministro dell’Economia, Tommaso
Padoa-Schioppa. Ma l’amministratore delegato di Intesa-Sanpaolo,
tirata in ballo dall’ex premier, ha smentito un eventuale impegno
del suo istituto: “non c’è niente sul tavolo” ha dichiarato
Corrado Passera. E sulla vicenda pende anche la mina del ricorso
da 1,25 miliardi presentato dalla Sea. Il presidente della
società che gestisce gli scali di Linate e Malpensa, Giuseppe
Bonomi, ha dichiarato che “un abbandono tout court della causa,
non è pensabile né immaginabile. Se ci dovesse pervenire una
proposta transattiva e allo stato non ci è pervenuta, la
valuteremo”.

Air France-Klm, ha detto ieri il presidente di Alitalia Maurizio
Prato durante un incontro con i sindacati, al momento non intende
retrocedere rispetto alle condizioni presentate ai nei giorni
scorsi. Dal canto loro le nove sigle hanno ribadito il loro no
alla logica ‘del prendere o lasciare’ evidenziando però
l’intenzione di confrontarsi ancora con il numero uno dei
franco-olandesi Jean Cyril Spinetta martedì 25 marzo.

Ma dai vertici delle tre confederazioni arriva una richiesta di
rinvio a dopo le elezioni. Per il leader della Cgil, Guglielmo
Epifani, occorre continuare “l’attività di volo”, ma senza
prendere, sotto campagna elettorale, “nessuna decisione
ufficiale”. Secondo il segretario generale della Cisl, Raffaele
Bonanni, per il futuro di Alitalia “in questa fase sarebbe
opportuno aspettare che si insedi il nuovo governo e vedere se
escono offerte migliori per salvare Malpensa, cuore
pulsante dell’Italia che produce”. E se c’è una cordata italiana
pronta a entrare in campo, ha aggiunto, “esca subito allo
scoperto”. Il numero uno della Uil, Luigi Angeletti, ha accusato
il Governo di aver “gestito la vicenda Alitalia nel peggiore dei
modi e anche con scarsa trasparenza mettendo il sindacato, a
trattativa conclusa, con le spalle al muro: ‘bere’ o rendersi
responsabile del fallimento”.

I sindacati di categoria hanno chiesto di sganciare la questione
dell’ ok al prestito ponte entro il 31 marzo dal raggiungimento
dell’accordo sindacale. “La data ultima del 31 marzo entro cui
approvare il rilascio del prestito ponte richiesto dal presidente
Prato – hanno sottolineato le nove sigle – è una precisa
responsabilità del ministro dell’Economia Padoa Schioppa” e, ha
sottolineato il segretario nazionale della Fit Cisl, Claudio
Genovesi, “non può essere posta al tavolo della trattativa come
una minaccia”.

Intanto il consiglio di amministrazione della società si è
riunito nel pomeriggio di ieri per fare il punto della situazione
nella trattativa per la vendita ad Air France-Klm e ha deciso di
riunirsi nuovamente dopo l’incontro tra azienda Air France e
sindacati. Infine, la Consob, in relazione al forte rialzo dei
titolo mercoledi’ e ieri ha fatto sapere che “monitora
attentamente
come di consueto l’andamento del titolo Alitalia”. Negli ultimi
due giorni il titolo è rimbalzato del 27% toccando quota 0,35
euro sulle speculazioni di una possibile cordata italiana
alternativa ad Air France-Klm.