Home News Altri tre generali Gdf accusano Visco su Unipol

Altri tre generali Gdf accusano Visco su Unipol

2
5

Continua a far parlare il caso Visco-Unipol. Alle accuse del comandante generale della Guardia di Finanza Roberto Speciale al viceministro dell'Economia Vincenzo Visco sul caso Unipol, si aggiungono altri tre generali dello stesso corpo d'armata.
I tre militari hanno confermato "parola per parola e per quanto a loro conoscenza fatti, iniziative e anomale sollecitazioni riferibili a Visco". Questo quanto scritto su 'Il Giornale', che è riuscito a visionare i verbali resi ai magistrati da parte dei generali Italo Pappa, all'epoca comandante in seconda, Sergio Favaro, capo dei reparti di istruzione, ed Emilio Spaziante, all'epoca capo di Stato maggiore. In particolare, "sia Favaro che Pappa confermano che fu Visco a chiedere loro l'azzeramento dell'intera gerarchia della Gdf in Lombardia", mentre "Spaziante afferma invece di aver saputo da Pappa e Favaro che Visco voleva i trasferimenti". "Indubbiamente il fatto dell'intervento di Visco che mi convocò per i trasferimenti mi colse di sorpresa non essendovi precedenti di cui io sia a conoscenza", afferma Favaro nel verbale citato dal 'Il Giornale'.

Intanto dal centrodestra fioccano le polemiche, mentre il governo si difende facendo quadrato. Maurizio Gasparri, dell’esecutivo di An afferma che “le dimissioni di Visco sono imposte dalle numerose conferme sulle sue arroganti ed illecite interferenze riguardo ai trasferimenti degli ufficiali della Guardia di Finanza che avrebbero il torto di aver indagato sui suoi capi-cordata, Fassino e Consorte, protagonisti dello scandalo Unipol”. Al coro si unisce anche Fabrizio Cicchitto, vicecoordinatore nazionale di Forza Italia, che conferma che “alla luce di tutto quello che sta emergendo, il viceministro ViscoVisco si deve dimettere. Per molto meno nella passata legislatura ben due ministri della Repubblica diedero le dimissioni. In questo caso è assolutamente inaccettabile l'arroganza di Prodi e di Visco".

LEGGI I RETROSCENA DELLA VICENDA

  •  
  •  

2 COMMENTS

  1. SI VERGOGNI E SI DIMETTA.-
    E’SCANDALOSO INQUALIFICABILE SEMPLICEMENTE VERGOGNOSO TOTALMENTE IN LINEA CON LA PROCURA DI MILANO E CON LA FILOSOFIA CATTO COMUNISTA E PRODIANA.-
    CI VORREBBE UNO SCATTO D’OGOGLIO PERSONALE DIFFICILE CHIEDERLO A CHI CON UNA CONDANNA PASSATA IN GIUDICATO EVIDENTEMENTE NON L’HA MAI AVUTO.
    QUESTI ESEMPI DI SPECCHIATA VIRTU’ CHIEDONO SACRIFICI A NOI!!!!
    SENZA PAROLE.-

  2. Vischioso Visco…
    Non vedo perchè ci si debba meravigliare,la serietà al governo,era solo uno slogan per propagandare la becera politica sinistroide!Visco e compagni ne sono la dimostrazione di spessore morale e politico poco corretto,ma molto corrotto!!!!

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here