Home News Anche per il Nobel all’economia ha prevalso la “linea morbida”

Premiati Elinor Ostrom e Oliver Williamson

Anche per il Nobel all’economia ha prevalso la “linea morbida”

1
82

Dopo il discusso Nobel per la pace al presidente Usa, Barack Obama, da Stoccolma forse ci si attendeva un altro segnale per il premio all’economia. Non che l’onoreficenza a Elinor Ostrom e Oliver Williamson sia ingiusto ma le previsioni vedevano un altro vincitore, Eugene Fama. La linea morbida ha prevalso e forse è mancata la forza di gestire il rischio (per usare termini finanziari) di proclamare un professore come Fama, teorizzatore del mercato efficiente.

Di Ostrom (Indiana University) e Williamson (Berkeley) si conosce il grande apporto nell’economia come scienza sociale, il suo ruolo primigenio anche sotto il profilo etimologico. Soprattutto il secondo, teorizzatore dei costi di transazione dopo l’esperienza di un altro Nobel, Ronald Coase, ha contribuito allo sviluppo dello studio delle imprese nel loro ruolo all’interno della società.

Della prima, invece, si potrà ricordare la ricerca nel campo delle relazioni sociali e dei gruppi d’interesse, uniti al comportamento umano nello sfruttamento delle risorse ambientali e naturali. Due premi che forse vanno visti alla luce della recessione che ci ha colpiti. Dopo Lehman Brothers l’America si è ritrovata a dover combattere una delle sue più grandi paure, quella del crollo del suo potere intrinseco, la finanza.

Due premi che vanno a studiosi americani che hanno saputo studiare il comportamento degli umani in ambito sociale, ma che hanno cercato di rifuggire dall’opinione, ormai consolidata, che molto spesso l’economia è paragonata alla speculazione finanziaria.

Ecco quindi perché nei giorni precedenti l’assegnazione del premio era venuto fuori il nome di Fama, docente di Finanza presso la Chicago University. E, sempre con il beneficio del dubbio, sarebbe stato più adeguato un premio che andasse alla scuola di un altro grandioso Nobel, Milton Friedman, il monetarista che vinse nel 1976. Dopo la vittoria del liberal Paul Krugman l’anno scorso, tanta era l’attenzione rispetto quest’anno. Da una parte la ricerca di una maggior etica nell’economia, dall’altra la consapevolezza che la crisi subprime non è stata causata dagli strumenti finanziari derivati, ma dal loro errato utilizzo. Ecco quindi che la vittoria di Fama avrebbe provocato una presa di coscienza che, dopo il default di oltre 200 banche solo negli Usa, si può benissimo tornare a parlare di finanza senza dover per forza averne paura.

Dopo il Nobel “preventivo” ad Obama, dall’Accademia reale delle scienze di Stoccolma hanno deciso una linea neutra, capace di non generare dibattiti. Questo perché il valore di Ostrom e Williamson è immenso, ma immune da critiche. Al contrario, la scelta di Fama avrebbe fornito materiale per discussioni politico-economiche almeno per settimane. A tal proposito, sarebbe stata curiosa la risposta proprio di Krugman. Ma sarebbe stata suggestiva anche la replica del presidente Obama, dopo mesi di crociata proprio contro hedge fund, banche d’affari e istituzioni finanziarie di Wall Street in generale. Solo George Soros ha definito «strano» premiare Ostrom e Williamson, anche se non «ingiustificato».

Tuttavia, questo non avverrà e il Nobel per l’economia di quest’anno sarà ricordato come un premio dato a due enormi scienziati sociali, ma anche come l’occasione mancata per dare un segnale importante. Non solo sotto il profilo economico, ma politico. Stoccolma ha optato per non andare in contrasto con l’opinione pubblica internazionale, che mal avrebbe digerito la nomina di Fama. Il motivo è da ricercarsi anche nel ruolo del professore di finanza, che è anche direttore di Dimensional Fund Advisors, un fondo che nel 2006 aveva in portafoglio oltre 126 miliardi di dollari. Troppo per l’attuale periodo.

  •  
  •  

1 COMMENT

  1. “il suo ruolo primigenio
    “il suo ruolo primigenio anche sotto il profilo etimologico”. Scusi, ma mi spiega che cosa vorrebbe dire?!? E’ una supercazzola? O la frase ha un significato non accessibile a più?

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here