Ancora su Prodi

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Ancora su Prodi

18 Aprile 2006

In genere siamo restii da qualsiasi accanimento, ma dopo l’attentato di lunedì a Tel Aviv che ha fatto nove morti e decine di feriti ci vediamo costretti a tornare sull’argomento.

Nella girandola di dichiarazioni fatte e disfatte da Romano Prodi sulle questioni mediorientali, due – non smentite e non corrette – ci tornano oggi in mente. Nella prima Prodi diceva di voler cogliere i segnali di apertura provenienti da Hamas e nella seconda sosteneva di «non vedere ragioni per non riprendere buoni rapporti con l’Iran».

Come si sa i due unici governi che hanno definito ‘legittimo’ l’attentato di lunedì contro i civili israeliani sono stati quello palestinese e quello iraniano.

Ci aspetteremmo di sentirgli dire che si era sbagliato.