Anniversario strage di Ustica, sabato convegno a Bologna

24 Giugno 2022


Dona oggi

Fai una donazione!

Sostieni l’Occidentale

Anniversario strage di Ustica, sabato convegno a Bologna

Anniversario strage di Ustica, sabato convegno a Bologna

Il 27 giugno 2022 ricorre il 42° anniversario della esplosione in volo sui cieli di Ustica di un DC 9 della compagnia Itavia, dove trovarono la morte 81 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio.

Le indagini sull’accaduto sono ancora in corso per individuare i colpevoli di quella terribile strage, raccontata in decine di film, sceneggiati, canzoni, videogiochi… che hanno depistato l’opinione pubblica sulle verità tecniche e giudiziarie emerse su quanto realmente accadde quella sera.
Proprio per questo sabato 25 a Bologna l’Associazione per la Verità su Ustica ha organizzato un Convegno che sarà introdotto dalle Presidenti della Associazione Giuliana Cavazza e Flavia Bartolucci, rispettivamente figlia di una delle vittime del disastro aereo e di uno dei Generali della Areonautica assolti con formula piena da ogni accusa nei loro confronti per l’accaduto.
Bisogna ricordare infatti due elementi fondamentali, che ho avuto modo di spiegare a suo tempo, a nome del Governo italiano, in Parlamento.
Il primo è che la sentenza penale ha spazzato via ogni sospetto sui Generali della Areonautica, usciti a testa alta dal processo penale, in cui la tesi della battaglia aerea e del missile sono state liquidate come “fantascienza”.
Il secondo è che le perizie tecniche, sottoscritte dai più illustri esperti mondiali nella materia, alcuni dei quali parteciperanno al Convegno di Bologna, hanno accertato senza alcun dubbio che il DC 9 è stato abbattuto dalla esplosione di una bomba collocata nella toilette di bordo.
A fronte di questo abbiamo sentenze civili che parlano di “più probabile che non la battaglia aerea” stabilendo che oltre ai 62 milioni di euro già liquidati ai parenti delle vittime se ne aggiungano circa altri 400 a titolo di risarcimento per l’Itavia e i parenti stessi.
Insomma, è come se la vostra auto prendesse fuoco e i tecnici stabilissero che è stato un guasto o che qualcuno che vi vuol male l’ha incendiata, e qualche giornalista cominciasse a dire che è stato un missile, portando zero prove.
Quando poi sentite dire che la verità su Ustica è quella contenuta nella ordinanza sentenza del Giudice Priore, tenete conto che è una truffa perchè nel vecchio codice si definiva sentenza quella con cui gli indagati venivano prosciolti ed ordinanza quella con cui venivano rinviati a giudizio, come accadde ai generali, poi tutti assolti con sentenza passata in giudicato.
Sarebbe come sostenere che Enzo Tortora è stato uno spacciatore di droga, perchè venne arrestato con quell’accusa, omettendo di ricordare che venne poi assolto con formula piena.
Infine solleciteremo per l’ennesima volta la pubblicazione delle carte ancora segretate sulle minacce di rappresaglia delle formazioni palestinesi nel periodo intercorrente tra il sequestro dei missili terra aria ad Ortona, che portarono all’arresto ed alla condanna del palestine Abu Saleh, loro referente a Bologna, e la mattina del 27 giugno.

Per chi vuole seguire il Convegno da remoto in diretta streaming dalle ore 15 del 25 giugno questo è il link: