Arabia saudita: condannato a morte per aver stuprato 100 donne

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Arabia saudita: condannato a morte per aver stuprato 100 donne

20 Gennaio 2010

Un uomo è stato condannato a morte in Arabia Saudita per avere stuprato almeno cento donne. Lo ha riportato oggi la stampa locale. L’uomo, conosciuto come lo “stregone di Qatif” (la città dove vive), attirava le sue vittime con il pretesto di risolvere i loro problemi sentimentali, per poi stuprarle e filmare le violenze. È stato arrestato grazie alla denuncia presentata da un uomo vicino a una delle vittime.

Già precedentemente condannato a dieci anni di prigione e a mille frustrate, lo stregone di Qatif ha avuto la pena capitale dopo la denuncia di altri stupri oltre a quelli inizialmente stimati. E le donne violentate potrebbero essere fino a 350, secondo quanto riportato dal quotidiano Al Riyadh. Nell’abitazione dell’uomo sono state rinvenute alcune telecamere, circa 200 video e dei cd con le immagini delle violenze.