Ascoli, gruppo “Idea” in consiglio comunale

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Ascoli, gruppo “Idea” in consiglio comunale

17 Gennaio 2017

Domenica 15 gennaio ad Ascoli Piceno è nato il gruppo consiliare “IDeA”. Alla presenza del Senatore Gaetano Quagliariello, presidente nazionale del partito “IDeA-Identità e Azione, Popolo e Libertà”, i consiglieri comunali di “Ascoli Civica”, Laura Balestra ed Emidio Pierlorenzi, hanno comunicato nella conferenza stampa, tenutasi presso lo storico Caffè Meletti, la loro adesione al partito, peraltro già formalizzata in Consiglio comunale con documento del 29 novembre 2016.

“Nel 2014 l’avvocato Pierlorenzi ed io siamo entrati in Consiglio comunale sposando le idee di un civismo di visione e di prospettiva, capace di far primeggiare la città di Ascoli in ogni ambito – spiega Laura Balestra – Lo scorso 29 novembre abbiamo ufficializzato in Consiglio comunale l’adesione a IDeA, con la volontà di dare alla nostra azione politica ampio respiro e uscire così dai vincoli del localismo, al fine di mettere in campo una progettualità più ampia, strettamente interrelata fra centro e periferia. Abbiamo convenuto in tal senso che IDeA, nella struttura e nei contenuti, fondesse in maniera sinergica civismo e buona politica e abbiamo trovato nel Senatore Quagliariello un autorevole referente a livello nazionale”.

“Questo gruppo – chiarisce Emidio Pierlorenzi – nasce per coinvolgere e riunire sul territorio tutte le anime liberali del centro-destra, che in questo momento sono sparse e non si sentono rappresentate. Idea, peraltro, in prospettiva del prossimo tesseramento sul territorio, gode già di un buon seguito anche in ambito provinciale, dove Laura Balestra, candidata alle scorse elezioni provinciali, ha ottenuto un consenso assoluto in termini di voti numerici (ben 19, arrivando prima nella lista di centro-destra “L’Altra Provincia”), ma non è stata eletta in virtù del voto ponderato”.