Home News Assisi, “lampada per la pace al presidente della Colombia Santos

Tutte le news

Assisi, “lampada per la pace al presidente della Colombia Santos

0
2

Il presidente della Repubblica della Colombia, Juan Manuel Santos, insignito del premio Nobel per la pace, stamane ad Assisi per ricevere la 'Lampada della pace' nella Basilica di San Francesco parlando, ha indicato quell'affresco "che ci ricorda che due posizioni apparentemente inconciliabili possono incontrarsi in una conversazione civile, dove ognuno esprime i propri argomenti e convinzioni. Né il sultano ha perso la volontà di parlare, né Francesco la voglia di proporre alternative di incontro", ha detto. "Quello - ha messo in evidenza - esattamente quello, che abbiamo fatto noi con la guerriglia della Farc. Li abbiamo riconosciuti come avversari e, capendo che ciascuna parte rappresentava posizioni ideologiche opposte, abbiamo ottenuto, dopo anni di difficili negoziati, un accordo di pace che ha messo fine a una guerra interna che durava da più di mezzo secolo".

Santos ha voluto ricordare una frase detta da Papa Francesco durante i difficili negoziati avuti con le Farc in Colombia. "La lunga notte di dolore e violenza - erano state le parole del Pontefice, citate dal Nobel nella Basilica Superiore di San Francesco d'Assisi - con la volontà di tutti i colombiani, può essere trasformata in un giorno senza tramonto, di armonia, di giustizia, di fratellanza e di amore". "Oggi ad Assisi - ha detto dunque Santos - possiamo dire con gioia che il giorno senza tramonto è arrivato in Colombia". 

Poi è stato ricevuto da Papa Francesco. Bergoglio ha voluto invitare anche il suo predecessore Alvaro Uribe che si è opposto all’accordo con le Farc voluto da Santos. Lo storico accordo è stato al centro del colloquio di 25 minuti nello studio privato del Papa durante il quale c‘è stato anche uno scambio di regali, Santos ha donato una penna ricavata dal bossolo di una pallottola, con cui sono stati firmati gli accordi di pace, alla vigilia del compleanno del Papa. 

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here