Autostrade. Matteoli: “Gli aumenti serviranno per la manutenzione”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Autostrade. Matteoli: “Gli aumenti serviranno per la manutenzione”

05 Luglio 2010

L’aumento dei pedaggi autostradali non andrà ai concessionari, bensì all’Anas, al fine di facilitare la manutenzione delle strade. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, prima di partecipare all’assemblea generale dell’Ance di Bologna, spiegando il motivo del rincaro per il pedaggio autostradale scattato dal 1 luglio.

A chi gli chiedeva se dunque questo provvedimento era inevitabile, il ministro ha detto: "No, ci potevano essere altre strade, questa è una strada che è stata scelta". Quanto, invece, alle proteste e a come è stata data la notizia di questo provvedimento Matteoli lamenta informazioni che a suo avviso non sono sempre state corrette, poi ha aggiunto: "Sicuramente siamo stati noi che non abbiamo saputo spiegare bene dove andavano le risorse".