Autostrade, salgono pedaggi ma il governo mette un freno

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Autostrade, salgono pedaggi ma il governo mette un freno

02 Gennaio 2014

 Le società autostradali hanno ottenuto, come ogni anno, dal primo gennaio, un aumento dei pedaggi autostradali, ma il ministero dei trasporti e delle infrastrutture rivendica che a fronte dell’incremento richiesto dai gestori, del 4,8 per cento, l’aumento medio sarà del 3,9 cioè circa un punto percentuale in meno. La riduzione, sottolinea il ministero delle infrastrutture, "deriva dall’esigenza di attenuare l’impatto degli incrementi tariffari sull’utenza in un periodo di perdurante crisi economica". Gli aumenti delle tariffe richiesti dalle società autostradali, sempre secondo il ministero, verranno ciò pensati in futuro nell’aggiornamento dei prossimi piani finanziari. "La riduzione stabilita determina un risparmio per l’utenza quantificabile in circa 50 milioni di euro l’anno".