Baby squillo Parioli, anche due minorenni. I clienti: non lo sapevamo

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Baby squillo Parioli, anche due minorenni. I clienti: non lo sapevamo

18 Marzo 2014

 Sarebbero otto, comprese due minorenni, la ragazze coinvolte nel giro delle baby squillo dei Parioli messo in piedi dal caporalmaggiore dell’esercito Pizzicalla in combutta con il pushee Ieni. E’ il quadro che emerge dalla inchiesta prima del rinvio a giudizio di otto persone coinvolte nel traffico di carne giovane. Secondo i magistrati che indagano sulla riffa, potrebbero essere almeno 50 i clienti delle ragazze incontrati nell’appartamento ai Parioli e in altre location consenzienti. In molti casi, gli indagati al momento non sanno di essere tali. Se lo sanno, si difendono dicendo che non sapevano che le ragazze erano minorenni. Molti di loro erano padri di famiglia ma bazzicavano siti internet dove sarebbe avvenuto l’adescamento.