Home News Bassanini adieu!

Bassanini adieu!

3
8

 Abbiamo tifato per Nicolas Sarkozy e oggi si dimostra che abbiamo fatto bene. La notizia è che il presidente francese ha chiamato alla sua corte Franco Bassanini con l’incarico di riformare la pubblica amministrazione d’oltralpe. Lo lasciamo partire senza rimpianti.

L’ex ministro diesse alla Funzione Pubblica già fa le valigie e si prepara a espatriare. Una bella nemesi per la sinistra chic e capalbiese di un tempo. Quella che minacciava di fuggire da Berlusconi per gettarsi nelle braccia accoglienti dei cugini francesi. Ora Bassanini lascia Prodi e il suo governo di sinistra- centro per trovare rifugio nella Francia della rupture sarkozista e di destra.

Sarko’ deve però stare attento: la scelta di Bassanini non la discutiamo dal nostro punto di vista: non ne sentiremo certo la mancanza.  Ma dal suo ci lascia perplessi. La riforma Bassanini, quella che darebbe al suo autore le credenziali per l’espatrio, in realtà non esiste. Non ha mai veramente funzionato, tant’è che oggi la pubblica amministrazione italiana è in condizioni pietose. Come molte delle riforme incompiute della sinistra, tutto si è consumato nell’effetto annuncio e sui risultati nessuno si è dato la briga di indagare.

Resta il fatto che se il presidente francese, dopo aver svuotato il partito socialista francese per riempire il suo governo, volesse dedicarsi alla sinistra nostrana, non ha che da chiedere: gli prepariamo noi una bella lista di consulenti ed esperti che vedremmo volentieri partire.  Magari in cambio gli chiederemo di mandarci indietro qualche terrorista nostrano reclamato dalle patrie galere.

 

  •  
  •  

3 COMMENTS

  1. Da quanto ho capito leggendo
    Da quanto ho capito leggendo la legge Bassanini e poi vedendo la sua applicazione,ha contribuito in maniera rilevante alla deresponsabilizzazione dei pubblici amministratori.
    Grazie Sarkozy per averci preso Bassanini !
    Vive la France
    Anonimo

  2. Buone le intenzioni scarsi i risultati
    In realta’ la riforma Bassanini non era poi fatta cosi’ male ma e’ stata male applicata. Voglio dire che gli obiettivi erano stati ben fissati cosi’ come i tempi di applicazione in molti casi sufficientemente lunghi (anche 5 anni). Quel che non e’ stato fatto, ne’ dalla legge ne’ da chi doveva verificare che venisse eseguita, e’ il punire (ad esempio rimuovendo dal servizio) i dirigenti che non hanno voluto o saputo applicare le norme.
    Probabilmente in Francia si trovera’ meglio

  3. bassanini
    Se si procedesse ad una indagine seria sugli effetti delle riforme promosse da Bassanini, si capirebbe che l’involuzione della pubblica amministrazione non è dovuta alla loro disapplicazione o alla mancata manutenzione, come pretenderebbe lo stesso autore, ma all’introduzione di elementi diritto privato nella gestione della cosa pubblica, che delle riforme rappresenta proprio l’elemento centrale. l’essenza.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here