Benzina. Scajola: “Chiederemo conto sull’andamento dei prezzi”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Benzina. Scajola: “Chiederemo conto sull’andamento dei prezzi”

10 Giugno 2009

"Chiederemo conto all’industria petrolifera dell’andamento dei prezzi della benzina alla pompa". Lo ha ribadito il ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola, prima di entrare all’assemblea dell’Unione petrolifera in corso a Roma. "Non si può tollerare che il prezzo cresca troppo velocemente quando aumenta il barile di petrolio e troppo lentamente quando cala". Sulle quotazioni in ripresa dell’oro nero, il ministro spiega che "la quotazione in rialzo di queste settimane del barile è determinata della ripresa della richiesta da parte dell’Asia e in particolare della Cina. Questo è un fatto positivo perchè significa un segnale di ripresa dell’economia. Ma dall’altra parte riprende anche la speculazione internazionale".

Il ministro ricorda infine che il governo italiano per contrastare questo volatilità dei prezzi ha messo in campo provvedimenti come il ddl sviluppo "per arrivare a un prezzo giusto anche perchè un prezzo troppo alto scoraggerebbe la ripresa". L’azione del governo è indirizzata anche a "far si che il costo della benzina e del gasolio alla pompa non sia più alto degli altri paesi europei".