Home News Berlusconi. Quagliariello (Pdl): “ANM vuole giustizia autoritaria e irresponsabile”

Il potere assoluto della magistratura

Berlusconi. Quagliariello (Pdl): “ANM vuole giustizia autoritaria e irresponsabile”

2
78

"Abbiamo oltrepassato il livello di guardia". Lo dichiara Gaetano Quagliariello, vicecapogruppo vicario del PdL al Senato. "Da tempo in Italia - prosegue - una frangia di militanti rivoluzionari in toga usa la giustizia come arma di lotta politica. Oggi addirittura il sindacato delle toghe, invece di prenderne le distanze e tutelare i magistrati non politicizzati dal discredito che tali comportamenti gettano sull'intera categoria, arriva a diffidare una forza politica dal manifestare per la democrazia, la libertà e la sovranità del popolo".

"Ricordiamo all'Anm che la tutela dei diritti di libertà politica, come quelli di riunirsi e di manifestare, discende proprio dalla necessità di garantire la critica e la libera protesta nei confronti dei poteri dello Stato per evitare che assumano carattere autoritario. Una parte della magistratura da vent'anni a questa parte agisce non solo come potere dello Stato ma come attore politico determinato a condizionare la nostra democrazia".

"Naturale conseguenza è che contro questa deriva si possa e anzi si debba manifestare. Tentare di impedirlo - conclude Quagliariello - denota la concezione che l'Anm ha del potere giudiziario: un potere assoluto, irresponsabile, sovraordinato agli stessi fondamenti di uno Stato di diritto".

  •  
  •  

2 COMMENTS

  1. Gent.mi Presidente
    Gent.mi Presidente Berlusconi e Senatore Quagliariello, ho voluto cogliere questa opportunità per esprimere un mio parere su questo argomento alquanto spinoso. Le parole però sono difficili da pronunciare ed è difficile trovare le parole giuste per esprimere la mia opinione. Ma voglio provare. Io sono un medico, e in sanità sia dal punto di vista di amministrazione dei costi, sia dal punto di vista organizzativo qualche problema c’è, però a livello individuale ci sono tanti professionisti che sanno e vogliono lavorare bene e riescono a far diventare la sanità un punto di riferimento internazionale, riescono con il loro lavoro individuale, costante e quotidiano a supplire alle deficienze organizzative. Forse perché si tratta di salute? Sembra strano ma nel piccolo ognuno riesce, non sempre, ma nella maggioranza dei casi sì, a soddisfare il bisogno di salute. Penso che per quanto riguarda la giustizia manchi questo lavoro individuale di ognuno a servire e non a giudicare (questo lo può solo DIO), ad abbandonare il vecchio per costruire il nuovo senza paura, a cercare ad ogni costo la verità anche quando sembra introvabile. Anche i magistrati come i medici hanno in mano la salute e la vita delle persone e non possono sottrarsi al compito di cercare e trovare la giusta diagnosi e la giusta terapia. Sono persone che non possono diventare dei, ma devono rimanere persone se vogliono curare e amministrare bene la cura. Non so se ho espresso bene la mia opinione, spero di sì. Ringrazio infinitamente dell’opportunità che mi è stata offerta per esprimere questa opinione. Cordialmente Mariateresa Bove

  2. Sono d’accordo si è
    Sono d’accordo si è superato il livello di guardia, un senatore ha ammesso di essere stato comprato per far cadere un governo eletto dal popolo italiano.Sappiamo chi è il senatore e chi ha pagato, la magistratura fa solo il proprio dovere.

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here