Berlusconi. Schifani: da Repubblica semplificazione giornalistica su firma a domanda di grazia

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Berlusconi. Schifani: da Repubblica semplificazione giornalistica su firma a domanda di grazia

17 Marzo 2014

"Il contenuto della intervista rilasciata al quotidiano Repubblica rispecchia fedelmente il mio pensiero sulla inopportunità, e quindi non contrarietà, della richiesta di grazia per il presidente Berlusconi. Altrettanto non posso affermare, mio malgrado, per quanto viene riportato nel sotto titolo, opportunamente non virgolettato in quanto espressione di una semplificazione giornalistica, quando afferma che non firmerò la domanda di grazia. Mi sono sempre battuto per la difesa politica di Berlusconi in quanto oggetto di una persecuzione giudiziaria senza precedenti e su questo non ho cambiato idea. Ritengo invece, come è facilmente deducibile dalle mie parole correttamente riportate dal mio intervistatore, che sulla grazia sarebbe più opportuno lasciare libero il presidente della Repubblica da eventuali pressioni su una decisione che compete esclusivamente a lui, specie se chi promuove iniziative per un atto di clemenza è un soggetto che è stato più volte irriguardoso nei suoi confronti". Lo ha dichiarato il presidente del Nuovo Centrodestra, Renato Schifani.