Home News Berlusconi sul Pdl, “Solo fantasie estive”, ma sarà vero?

Berlusconi sul Pdl, “Solo fantasie estive”, ma sarà vero?

0
30

 

Ecco come Berlusconi risponde all'ipotesi di formazione del nuovo partito che dovrebbe prendere il posto di Forza Italia, secondo l'articolo de La Stampa di questa mattina, “Mi auguro che la scarsità di notizie in questo periodo non induca altri giornali a dedicarsi a queste sfrenate fantasie”, Forza Italia “resta baluardo della libertà e della democrazia nel nostro Paese”.

Il Partito delle Libertà, quindi, a quanto pare non diverrà realtà entro i prossimi mesi, così come previsto dal quotidiano torinese, che per la verità riportava indiscrezioni che lo stesso cavaliere aveva rivolto a Galliani durante l'amichevole Milan-Juventus, frasi del tipo: “Presto annunceremo la nascita di un nuovo, grande partito che ci consentirà di rimettere in piedi l’Italia...” o ancora: “All’inizio di settembre chiameremo tutte le formazioni politiche del blocco liberale per una riscrittura del programma”. Inutile dire che c'erano dei giornalisti a scrivere sul loro taccuino le indiscrezioni presidenziali, che poi avrebbero fatto il giro del paese.

Secondo la Stampa il presidente di Fi avrebbe molta fretta, visto che prevede la fine dell'attuale governo entro novembre, come riferito all'amministratore delegato del Milan, “Entro novembre andremo di nuovo a votare”. Ecco quindi la necessità di un nuovo contenitore politico che vada ad affiancare quelli già esistenti, i quali andrebbero poi a morire di morte naturale per effetto del risucchio politico del nuovo partito. Il Pdl, infatti, ha l'ambizione di richiamare a sé l'intero elettorato di centro destra, con la Brambilla a fare da Segretario. Già, la Brambilla, che interpellata da La Stampa in merito alla vicenda avrebbe risposto: “Il Partito della liberà c'è già: si deve soltanto dargli la veste formale” e questo movimento sarà destinato ad “Andare oltre la Cdl” in nome “di valori come libertà e democrazia” continua la presidentessa dei Circoli della Libertà, che poi chiosa dando una connotazione politica variegata (forse anche troppo) al nuovo partito: “ Dobbiamo riunificare le forze di centro, di destra e, perché no, di sinistra, partendo dai fondamentali per ridare governabilità a questo Paese”.

Quindi ci sarebbero già il programma, parte dell'organigramma, luogo e data di nascita e anche la composizione politica dell'eventuale nuovo Partito delle Libertà. Non è che quelle di Silvio Berlusconi sono le classiche “smentite di rito”, come quando il Cavaliere negò fino alla morte di aver acquistato il calciatore Alessandro Nesta dalla Lazio (visto che siamo già in tema calcistico...) che poi vestì la maglia del Milan pochi giorni dopo?

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here