Biotestamento, Roccella: “Casi alla Charlie Gard ora saranno possibili anche in Italia”

Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Biotestamento, Roccella: “Casi alla Charlie Gard ora saranno possibili anche in Italia”

15 Dicembre 2017

Tanto è stato detto e scritto sulla legge sul biotestamento, da poco approvata dal Senato, definita dai suoi stessi i fautori (per esempio Maria Antonietta Coscioni) come “la via italiana all’eutanasia”. C’è però un aspetto di questa legge che non è stato adeguatamente sottolineato e che collega direttamente il testo di legge approvato dal nostro Parlamento con il caso Charlie Gard, sulla cui storia L’Occidentale ha pubblicato un libro:”Ora qualcosa di simile può capitare anche in Italia con questa legge” – dichiara la parlamentare di Idea- Popolo e Libertà Eugenia Roccella – “perchè in caso di conflitto tra il medico e i genitori o il tutore del minore si va dal giudice e se il giudice decide che è nel migliore interesse del bambino morire emettendo una sentenza in merito, i genitori non potranno fare nulla”. Di seguito il video commento dell’on. Eugenia Roccella.