Home News Bossi: “Mi riprendo la Lega”, per Maroni strategico ballottaggio a Treviso

Tutte le News

Bossi: “Mi riprendo la Lega”, per Maroni strategico ballottaggio a Treviso

5
16

Resa dei conti dopo la batosta alle Amministrative nella Lega Nord tra il fondatore Umberto Bossi e il delfino ora Governatore di Regione Lombardia, Roberto Maroni. Bossi era tornato ad attaccare il nuovo corso maroniano, dalla tribuna del Fatto Quotidiano: "Voglio riprendermi la Lega, perché me l'hanno distrutta". E ancora: "Aspetto il Congresso, mi candiderò prima che non ne rimanga piu' nulla''. Maroni sceglie il silenzio ma è chiaro che ormai si è con lui o contro di lui. "Il marchio non tira più? Con la macroregione vedrete", dice. Intanto il Consiglio federale del partito affronta il tempo dei contributi alla politica, anche quelli "extra" con un nuovo affondo contro il Senatur, che si apprende avrebbe goduto di centinaia di migliaia di euro all'anno. Bossi continua a raccontare la Storia di aver sempre protetto Maroni quando altri volevano cacciarlo e aggiunge, tagliente, che Bobo non viene riconosciuto come un vero leader all'interno del partito. Sarà, fatto sta che dopo lo scandalo Belsito e la questione del "Cerchio magico" il vecchio clan leghista ha rischiato davvero di mandare il partito a scatafascio e la rivoluzione delle ramazze voluta da Maroni, che poi ha vinto anche la sfida, aperta, delle Regionali in Lombardia, hanno salvato il salvabile. Non è chiaro, quindi, perchè Maroni dovrebbe fare un passo indietro come richiesto dal Senatur. Secondo un altro dei "barbari sognanti", il segretario della Lega in Veneto, Flavio Tosi, "La Lega risente di quella che è la sfiducia complessiva nei partiti e nei pochi risultati che i cittadini vedono arrivare, ora la svolta è nelle liste dei sindaci". Il ballottaggio di Treviso, dopo la prova scarsa del vecchio leone, Gentilini, diventa a questo punto un momento di verifica centrale per capire se la Lega è ancora determinante negli assetti politici del Nord Est o davvero rischia di diventare una forza residuale. "I risultati non sono cosi' drammatici come leggo sui giornali: abbiamo perso 4 comuni ma ne abbiamo conquistati altri 4 nuovi, quindi questo e' un segno di vitalita' della Lega che smentisce i gufi", dice Maroni per motivare i suoi.

  •  
  •  

5 COMMENTS

  1. sono residente all’estero e
    sono residente all’estero e seguo le notizie di cosa succede nel mio paese,come credo come altri italiani sono interessati di sapere cosa fanno tutti questi politici (politicanti),a parte il fatto che questi sono tutti ugali ,piu’ possono prendere ,prendono .ce’ na parola per essere piu’ preciso che si chiama rubare. abitando all’estero dal mio paese vedo che fanno veramente tutti ridere , ma dalla vergogna !!!! Bossi ,poverino ,non sta’ neanche in piedi o perlomeno non si capisce molto quando parla ,ma dove trova il coraggio di volersi prendere il suo partito ,ahh ho’ capito ,anzi sono sicuro ,con tutte le spese che ha’ avuto ,ed anche la sua famiglia poverino .. mi fate veramente ridere ,penso che vi dobbiate vergognare , vergognatevi tutti, non solo voi ,tutti qelli che sono in politica ,fate veramente pena,..POVERA ITALIA

  2. Maroni ,
    Maroni dice ,abbiamo perso 4 comuni ma ne abbiamo conquistati altri 4, ma che discorso fai!!!!!
    non e’ cosi’ che si fanno i miglioramenti testa di Ca–o ,andate in ferie ora ,tanto la vita e’lunga

  3. Imbroglioni che si sono
    Imbroglioni che si sono arricchiti in nome della protesta,non facendo niente per il nord.
    I leghisti oltre ad avere gli stessi difetti degli altri politici,hanno dalla loro grande ignoranza.

  4. A parte il fatto che se è
    A parte il fatto che se è vero che ogni anno il senatur si arraffava ben 850 mila euro..tra vari rimborsi,spese mediche e soldi alla fondazione di sua moglie…io fossi in lui mi vergognerei e andrei a nascondermi in campagna con il trota..comq fino ad oggi la politica del parla parla ma conclusi niente si è visto dove li ha portati..è questo soppr. Il risultato che a poco a poco sta facendo perdere i voti e la fiducia ai propri e forse anche a qualche nuovo elettore.. io sono convinto che la macro regione si possa fare solo con il federalismo fisc. E che ogni regione si debba preoccupare del proprio bilancio e del proprio debito..la cosa almeno sarebbe molto più controllata e forse non ci sarebbero tutte le ruberie di adesso.. Cm un consiglio a Maroni lo darei…Borghezio e Calderoli fuori dai MARONI (x stare in tema!) che di buffoni fannulloni c’è né già troppi in giro!!!

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here