Brasile. Nascono solo gemelli, forse è un esperimento nazista

LOCCIDENTALE_800x1600
LOCCIDENTALE_800x1600
Dona oggi

Fai una donazione!

Gli articoli dell’Occidentale sono liberi perché vogliamo che li leggano tante persone. Ma scriverli, verificarli e pubblicarli ha un costo. Se hai a cuore un’informazione approfondita e accurata puoi darci una mano facendo una libera donazione da sostenitore online. Più saranno le donazioni verso l’Occidentale, più reportage e commenti potremo pubblicare.

Brasile. Nascono solo gemelli, forse è un esperimento nazista

02 Dicembre 2009

In Brasile c’è una cittadina particolare. Non per il nome, Candido Godol, e non per le sue dimensione, modeste a dire il vero. Quanto piuttosto per i suoi abitanti: quasi tutti, gemelli. E non gemelli qualunque, ma biondi e con gli occhi azzurri.  Sono 38 le coppie di gemelli nell’ultima generazione. Una percentuale altissima, praticamente impossibile secondo i dati statistici e che fa nascere un sospetto. E cioè che tutti questi "figli" perfetti non siano casualità, bensì un esperimento. Forse di matrice nazista.

National Geographic Explorer ha presentato la sua, terrificante, ipotesi. E cioè che lo scienziato nazista Joseph Mengele si sia rifugiato in Brasile e lì abbia continuato i suoi esperimenti, usando dei gemelli come strada per realizzare la perfetta razza ariana. Una via che i alcuni seguaci di Mengele avrebbero portato avanti, e la piccola cittadina in questione ne sarebbe la prova.