Home News Brexit e l’incertezza dei sondaggi rallentano l’avvio per le Borse Europee

Tutte le news

Brexit e l’incertezza dei sondaggi rallentano l’avvio per le Borse Europee

0
1

Partenza in moderato ribasso per le principali Borse europee che riprendono fiato dopo la corsa di ieri sulle minori possibilità di Brexit nel referendum di giovedì prossimo. I sondaggi sulla volontà o meno dei cittadini britannici di rimanere all'interno dell'Unione europea continuano a mescolare le carte. A due giorni dal referendum sulla Brexit le distanze sono estremamente risicate e ogni pronostico sembra azzardato.

L'attenzione degli investitori va anche alle parole di Janet Yellen: gli analisti sono pronti a registrare eventuali indicazioni sul prossimo percorso di rialzo dei tassi. Infatti l'incertezza legata al referendum Uk ha già dimezzato le chances di stretta monetaria anche per settembre, portandole al 30%.

Un nuovo ritardo nell'azione della Fed potrebbe indebolire il dollaro. Intanto, a due giorni dal referendum Uk, l'euro si mostra stabile contro il biglietto e la sterlina ha perso lievemente terreno.

I mercati europei aprono deboli: Milano segna un calo dello 0,3% nelle prime battute, dopo i due balzi di venerdì e lunedì scorsi. Segno meno anche aLondra, con il Ftse 100 che perde lo 0,6%; Francoforte lima lo 0,2% e Parigi lo 0,4%. In lieve ampliamento lo spread tra Btp e Bund tedeschi, che pure ha ricucito le distanze negli ultimi giorni: il differenziale di rendimento tra i due decennali è a 138 punti base e il titoli italiano rende l'1,43% sul mercato secondario.

In mattinata, i listini asiatici hanno trattato in positivo: l'indice Msci Asia Pacific che traccia l'andamento dell'area si è mosso in buon recupero per il terzo giorno consecutivo. L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dell'1,28%% a quota 16.169,11 punti.

Chiusura in rialzo, ieri, per Wall Street: il principale indice Dow Jones ha segnato a fine seduta +0,73% a 17.804 punti. Il Nasdaq ha registrato un progresso dello 0,77% a 4.837 punti. Intanto le quotazioni del petrolio si sono mosse in leggero calo questa mattina sui mercati asiatici.
Da monitorare oggi i riscontri in arrivo dall'indice Zew sul sentiment degli investitori tedeschi. L'indice prospettico per il mese di giugno è atteso in contrazione a 5 punti rispetto ai 6,4 punti del mese precedente. Alta l’attenzione, poi, per i discorsi del presidente della Bce, e di Janet Yellen, presidente della Federal Reserve, in agenda entrambi nel primo pomeriggio.

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here