Home News Calcio. Grave ma stabile il tifoso dell’Inter caduto dagli spalti

Calcio. Grave ma stabile il tifoso dell’Inter caduto dagli spalti

0
40

È in condizioni stabili ma gravi il tifoso dell'Inter caduto dal secondo anello dello stadio Meazza di Milano, durante il match di ieri con la Fiorentina. Il tifoso, di 36 anni, è attualmente in coma farmacologico per le conseguenze di un grave trauma cranico.

L'uomo è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Humanitas di Rozzano (Milano). Era arrivato ieri in codice rosso, in coma profondo. Sempre nella serata di ieri, spiega lo stesso ospedale, il tifoso è stato operato a scopo diagnostico, in particolare per verificare eventuali lesioni e traumi. A causa della forte pressione intracranica (che si presenta proprio a causa del trauma alla testa) è stato messo in coma farmacologico: "La situazione è stabile - conclude l'ospedale - ma le sue condizioni rimangono critiche". Non è la prima volta che un incidente del genere avviene allo stadio Meazza: nel febbraio del 2002 Luca Volpini, un tifoso di 22 anni, sporgendosi dalla balaustra cadde dal secondo al primo anello durante la partita di coppa Uefa Inter-Aek Atene. A Volpini venne asportata la milza ma, dopo un paio di settimane, venne dimesso e se la cavò.

Sono invece buone le condizioni dell'uomo di 46 anni seduto nel primo anello che il primo tifoso dell'Inter aveva colpito durante la sua caduta. Arrivato ieri sera in codice giallo all'ospedale San Carlo Borromeo di Milano, privo di conoscenza, l'uomo è già stato sottoposto a una Tac e a una serie di accertamenti per evidenziare eventuali lesioni e fratture. Tutti gli esami hanno dato esito negativo. Per questa mattina, ha spiegato l'ospedale, è atteso un ultimo controllo da parte dello specialista neurologo: "Se non saranno rilevati danni - ha concluso la struttura - l'uomo sarà dimesso in giornata".

  •  
  •  

Aggiungi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here